Utente 371XXX
Spett.li dottori
Come mi avevate a suo tempo preannunciato, dopo la sospensione quattro mesi fa della terapia con Dutastride il PSA è risalito e ha raggiunto il valore di 7.43 con un rapporto di 0,08, prima di iniziare la terapia ( dicembre 2015 ) era di 4,41 con rapporto 0,15. durante la terapia era sceso a 2,58
Al centro trasfusionale, dove dono il sangue mi hanno anche un po' terrorizzato; il mio urologo sarà assente per parecchio e francamente sono anche preoccupato, non ho sintomi e alla visita un anno fa mi fu diagnosticata una prostata ingrossata e morbida
Vi prego di comunicarmi un Vostro competente parere che aspetterò con ansia.
Vogliate gradire i più cordiali saluti
Giuseppe

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In una situazione simile oggigiorno è abituale eseguire una risonanza magnetica multiparametrica della prostata, ovvero quando l'elevazione del PSA non cosrrisponde ad alcuna alterazione francamente sospetta. Questa indagine potrà permettere di eseguire, se necessario, delle biopsie mirate e non semplicemente a caso.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 371XXX

Buon giorno
Ho effettuato la RM multiparametrica dopo una esplorazione rettale negativa e il referto mi preoccupa alquanto, recita: nel lobo destro area focale di alterato segnale della base con segnale ipointenso in T2 e impregnazione contrastografica focale dominante in fase precoce arteriosa, il reperto descritto non è apprezzabile nelle sequenze di diffusione.
Prostatite in atto
Tutto il resto è normale e non ci sono alterazioni di sorta
Le richiedo cortesemente cosa vuole dire?
Sono in attesa di biopsia, ma il referto mi toglie il sonno
Le sarei molto grato in una cortese risposta
Cordialmente
Giuseppe

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
I termini appartengono al gergo radiologico, ma l'affermazione "prostatite in atto" ci pare deponga per un aspetto infiammatorio e non degenerativo delle alterazioni rilevate. Giusto comunque eseguire delle biopsie di fusione mirate all'area sospetta.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 371XXX

Intanto nel ringraziarla per la cortese e sollecita risposta che un po mi rincuora, mi permetto di abusare della sua cortesia per segnalare che sono sotto terapia di Avodart e che ho dimenticato una parte della diagnosi scritta nel foglio delle conclusioni " il nodulo si localizza alle ore 4", non ispessimenti parietali della vescica, normali gli ureteri iliaci e retrovescicali, non versamento liquido in pelvi, normale la capsula periferica, non alterazione dello stroma fibromuscolare, modica iperplasia adenomiatosa transizionale, volume stimato 25 ml

Cortesi saluti
Giuseppe

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nulla da aggiungere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 371XXX

Spett.le dottori
Ho gia beneficiato del vostro consulto ho effettuato la biopsia e purtroppo si tratta di adenocarcinoma prostatico acinare, vi richiedevo ancora un consulto, sono terrorizzato,vi comunico i risultati significativi:
Base sx 4 frustoli estensione lineare mm49 con 2 frustoli neoplasici Gleason 3+3
Lobo sx 4 frustoli estensione lineare mm51 con 2 frustoli interessati da neoplasia ( estensione lineare mm3) Gleason 4+4
Apice sx 2 frustoli estensione lineare mm27 con 1 frustolo interessato da neoplasia ( per un'estensione lin. complessiva di mm3 )Gleason 3+3.
C'è ancora tempo per eventuali consulti
Quanto è pericoloso il tumore? l'urologo dice di operare , ma a cielo aperto o con robot?
La RM recitava:
Normale la capsula periferica, non alterazioni dello stroma anteriore dell'apice, non si evidenziano linfoadenopatie,non alterazioni focali patologiche del sacro e del bacino,non versamento liquido in pelvi, normali gli ureteri.
in attesa di Vs cortese risposta vi giungano i sentiti ringraziamenti

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In una situazione simile, alla sua età ed in assenza di gravi controindicazioni, la scelta migliore è senz'altro l'asportazione radicale della prostata. Questo intervento può essere eseguito con lo stesso risultato curativo seguendo verie tecniche, diciamo che la laparoscopia assistita dal robot sia l'approccio più moderno. Come in tutti i casi comunque, più che la tecnica valgono la professionalità e l'esperienza del chirurgo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 371XXX

La ringrazio ancora, la sua risposta è in perfetta sintonia con quella del mio urologo che ha la mia massima fiducia, è utile comunque sentire medici che magari hanno avuto esperienze diverse in diverse situazioni. ancora una cosa le chiederei, ho dimenticato di chiedere al mio urologo quell'unico 4+4 gleason score, è preoccupante?
Con questo la ringrazio di cuore per la sua grande disponibilità e anche per l'assistenza in questo percorso a ostacoli
Un cordiale saluto
Giuseppe

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Un punteggio di Gleason pari ad 8 è abbastanza alto, ma abbiamo buona ragione di pensare che si tratti comunque di un tumore di piccole dimensioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 371XXX

In effetti dalla RM la zona interessata è di circa 8 mm, e su due frustoli del lobo sx uno è interessato per un'estensione di 3 mm complessiva, ora però il problema è: intervento il 15 giugno a cielo aperto oppure 16 luglio con robot, voglio dire un mese di differenza può influire sulla possibilità che esca dalla prostata essendo di grado 8?
E la biopsia potrebbe già averlo fatto uscire e quindi un mese di attesa potrebbe essere troppo?

Grazie ancora
Giuseppe

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Un mese di attesa è accettabile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 371XXX

Spett.le dottore
Vorrei ancora una volta approfittare della sua disponibilità e cortesia, doti che dalle mie parti non sono molto comuni, avrei voluto chiedere alcune cose al mio urologo ma sino alla metà di giugno è fuori zona la sua equipe mi ha frettolosamente liquidato,
Mi dicono che la RNM multiparametrica è stata refertata grossolanamente, è mai possibile.
Vorrei permettermi di rivolgere a lei .tali domande
Che differenza c'è tra Gleason 3+4 e 4+3
Un Gleason 4+4 può evolvere a 5 in poco tempo visto che non so da quanto tempo è presente la malattia.
Continuo a prendere Dustasteride ?
Io a i miei famigliari stiamo vivendo un incubo anche per mancanza di comprensione e di adeguate informazioni non capiscono che quello che per loro è lavoro per il paziente è la vita.
Con grande stima accetti i cordiali saluti
Giuseppe

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La classificazione di Gleason è un punteggio da 1 a 5 ed è proporzionale alle alterazioni delle cellule tumorali che vanno di pari passo con la potenziale aggressività. Il tumore non è costituito da cellule tutte uguali pertanto il Gleason è in effetti costituito da due punteggi, quello delle cellule piú rappresentate e quello delle cellule meno rappresentate. Pertanto, anche se la somma fa sempre 7, il 3+4 ha una aggressività teorica inferiore rispetto al 4+3. È evidente che siano concetti difficili da semplificare e da far comprendere ad un profano. Non è dimostrato che il Gleason e quindi l'aggressività tendano a cambiare e peggiorare nel tempo, quantomento a breve termine. In conclusione, le ricordiamo la aperta libera comunicazione e fiducia con il medico è sempre importante almeno quanto la cura, ed a volte anche più. Pertanto se non si sente sereno è lecito ed opportuno cercare un'alternativa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 371XXX

spett.le dottore
Spero mi opereranno la metà di Luglio col robot, mi dicono che però i risultati dalla RNM possono essere disattesi, io credevo che la RNM servisse proprio per vedere quanto è diffuso il tumore e se sono interessate zone circostanti, il referto infatti mi sembrava rassicurante , normale la capsula periferica, non ci sono linfoadenopatie varie, non ci sono alterazioni focali al lobo destro, non alterazioni focali nelle strutture scheletriche ecc. ecc.
Dalla biopsia risulta
Apice dx: un frustolo è interessato da neoplasia per mm1
Base sx; due frustoli sono interessati da neoplasia per mm3
Lobo sx: due frustoli interessati da neoplasia per mm3
Apice sx: un frustolo interessato da neoplasia per mm3
i due frustoli del lobo sx sono quelli Gleason 4+4 hanno un'estensione lineare complessiva di mm 3 mi sembrava di avere capito che questi dati poteva far pensare che tutto fosse limitato.
Gli 8 mm di dimensioni rilevati dalla RNM sono attendibili ?
Io non ho nessun sintomo ( continuo a prendere Avodart ) il nodulo non si sente all'esplorazione rettale
Cosa ne pensa?
Grazie ancora per la sua disponibilità mi scuso ancora, ma certamente lei capirà il mio stato d'animo
Giuseppe

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In medicina non esistono certezze, ma solo probabilità. Se ci si divesse basare solo sulle certezze non ci sarebbero medici, ma forse solo oracoli. Stia sereno.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 371XXX

Spett.le dott Piana volevo ancora una volta ringraziarla per i suoi consigli che mi sono stati utilissimi, sono stato operato col Da Vinci , l'intervento ( sette ore ) è stato meno traumatico del previsto i medici e gli anestesisti sono stati stupendi il decorso invece è fastidioso, sono stato dimesso il 23 luglio col catetere che mi toglieranno il primo Agosto ma il dolore nella zona anale è marcato come quello nella zona ombelicale , per non parlare del catetere; sembra che comunque il decorso sia nella norma. speriamo
Un cordiale saluto
Giuseppe

[#17] dopo  
Utente 371XXX

Spett.le dottore
Sono stato operato il 17 Luglio l'intervento non è stato cruento e il personale medico e paramedico del centro dove sono stato operato, come ho già scritto, è stato stupendo, il decorso postoperatorio inizialmente doloroso ora procede normalmente, poca incontinenza in via di risoluzione, i linfonodi sono tutti negativi, il Gleason 8 è stato declassato a 7 e sono riusciti a mantenere le terminazioni nervose, ma forse per i problemi di erezione ci vorrà più tempo...
Vorrei chiederle , è possibile che a distanza di due mesi abbia ancora l'addome gonfio come fosse ancora pieno d'aria?

Cordiali saluti
Giuseppe

[#18] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta molto probabilmente solo di meteorismo, probabilmente legato ad una funzione intestinale ancora non ancora stabilizzata. Non vi possono essere collegamenti diretti conl''intervento eseguito.E' verosimle che si possa provare ad assumere qualche prodotto mirato a questo disturbo (carbone vegetale, dimeticone e simili). Ne parli con il suo medico curante.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
Utente 371XXX

Spett.le dottore

Dopo l'intervento di prostectomia radicale mi hanno prescritto Cialis 20 mg una al giorno, Su consiglio del mio medico ne ho presa metà per verificare eventuale allergia ma mi provoca mal di testa a male agli occhi, è possibile che il farmaco provochi aumento di pressione?
I sintomi si attenueranno continuando la cura o è meglio sospendere
Grazie ancora
Giuseppe

[#20] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Evidentemente lei è molto sensibile agli effetti collaterali. Non è una situazione comune, ma può essere risolta solo con la sospensione del farmaco.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#21] dopo  
Utente 371XXX

Spett.le dottore.
La disturbo ancora per chiederle qualche chiarimento sulla relazione clinica con l’esito istologico dell'intervento di prostectomia e un suo gradito parere :
Adenocarcinoma grado 7 (4+3) gruppo3 (ISOP-WHO 2016) bilaterale con focolai di carcinoma intraduttale, non infiltrante i tessuti extracapsulari; indenni le vescicole seminali.
La componente neoplastica con Gleason 4 rappresenta il 75% della componente tumorale.
Margini di resezione coinvolti in sede laterale destra verso l’apice da plurimi focolai, il maggiore di 2 mm.e in sede laterale sinistra verso l’apice da tre focolai, il maggiore di 1 mm.
La neoplasia valutabile adiacente ai margini coinvolti presenta un grado Gleason 4.
Volume tumorale 9% del parenchima.
Linfonodi (12 ) esenti da metastasi
Nodulo dominante in sede postero laterale stadio TNM (b) pT2c(R1) pN0.
Psa a tre mesi non rilevabile, incontinenza cessata totalmente, erezione in via di miglioramento.
Si può stare tranquilli e dire di essere fuori dal tunnel ?
Con immensa gratitudine
Giuseppe

[#22] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Vi è la positività del mergine di resezione laterale destro, come recita il referto, ma si tratterebbe di focolai tumorali di dimensioni quasi microscopiche. Non crediamo che questo possa portare a pensare ad un a immediata radioterapia adiuvante, visto anche che il PSA si è azzerato. Dovrà comunque essere controllato con una certa assiduità, almeno nei primi due anni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#23] dopo  
Utente 371XXX

La ringrazio per la cortese e sollecita risposta, l'incontinenza praticamente si è verificata per pochi giorni dopo aver tolto il catetere, per il "resto" mi hanno prescritto Cialis 20mg una al giorno ( io ne prendo quasi sempre metà perché mi provoca capogiri) per sei mesi ma i risultati a quattro mesi dall'intervento sono scarsi, secondo la sua esperienza da medico questo è normale?
La saluto cordialmente
Giuseppe

[#24] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La qualità dell'erezione è più difficilmente prevedibile e compensabile di quella della continenza urinaria. La semplice terapia orale con farmaci vaso-attivi potrebbe non essere sufficiente. Se lei è sensibile agli aspetti della sfera sessuale, probabilmente si potrebbe fare qualcosa di più (es. farmacoprotesi intra-cavernosa), ne parli con il suo urologo di riferimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing