Utente 386XXX
Buonasera dottori..
Ieri un colica renale,ho preso spasmex ma il dolore è aumentato nettamente così sono andato pronto soccorso dove mi hanno fatto flebo e vari esami..il dolore mi è durato anche se diminuito per almeno 5 ore..
Dalla tac si è visto che il calcolo di 4mm che avevo nel terzo uretere distale adesso e sceso verso lo sbocco e si è fermato lo,urologo mo ha dato obimal e un cortisone che non ricordo il nome insomma una terapia esplusiva..mi chiedevo questi farmaci dovrebbero aiutare a far scendere il calcolo ma aumentano anche il rischio di coliche?

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il calcolo progredisce lungo l'uretere solo se le pareti del canale sono abbastanza compiacenti, la spinta posteriore del flusso dell'urina è efficace solo marginalmente. Per aumentare la compiacenza dell'uretere si adotto dunque questa terapia "espulsiva" basata sull'associazione fra un alfa litico (es. tamsulosina) ed un cortisonico essendo comunque il primo farmaco la componente più efficace per rilassare l'uretere. Per attenuare il doloe da colica è noto che i farmaci più efficaci sono gli anti-infiammatori FANS (es. ketorolac). I comuni antispastici, come quelli che lei cita hanno generalmente un'efficacia inferiore. La terapia "espulsiva" viene prescritta in genere per un massimo di 2 settimane. Se entro questo termine il calcolo non viene espulso e vi è persistenza di disturbi importanti, si deve considerare la necessità di un intervento endoscopico. Le consigliamo la lettura di questo nostro articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1194-coliche-renali-trattare-i-sintomi-o-risolvere-il-problema.html
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Ho letto molte volte questo articolo..la mia domanda è questi medicinali aumentano il rischio delle coliche o il calcolo progredisce nell'uretere senza coliche?

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La probabilità di insorgenza di coliche dovrebbe essere ovviamente ridotte.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 386XXX

Ok grazie mille..
Un altra cosa..in questo intervento endoscopico è doloroso?

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non è una tortura, perbacco! L'intervento si esegue in anestesia, in questo caso perlopiù periferica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing