Utente 123XXX
Egr. Dottore,
sono un ragazzo di 34 anni e ho una sospetta lieve uretrite in corso, diagnosticata dal mio medico, in base ai sintomi che gli ho desritto. Ho appuntamento per il 27 aprile per la visita urologica specialistica.
Per cortesia può dirmi cosa posso fare nel frattempo per tenere l'infiammazione sotto controllo? Non sarà troppo tardi attendere il 27 aprile? Possono insorgere complicazioni o dare adito a cronicità?
Sono abbastanza preoccupato.

Grazie in anticipo, cordiali saluti.

Alessandro.





[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ma mi chiedo se sia mai possibile che nel 2006, ma forse non sarebbe stato accettabile nemmeno nel 1990 o 1880, che il Suo Medico di base non sappia diagnosticare (urinocoltura e tampone uretrale) e trattare (risultati dell'antibiogramma - terapia antibiotica e antiflogistica) una uretrite...sospetta e lieve ...e demandi tutto ad una visita specialistica a 1 mese....
Io non sarei preoccupato per la uretrite...ma semmai per il Medico di base che la sorte Le ha regalato.
Auguri affettuosi per tutto e crodilaissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
non credo che il collega che mi ha preceduto abiti in Italia.
Le assicuro che in Italia si vede di molto peggio.
IL Suo medico ha il sospetto di una uretrite ,e Lui che l'ha visitato e sentito sa se può aspettare sino alla data della visita specialistica.
Se esistono caratteristiche di urgenza il suo medico sa benissimo che " mamma " ospedale è pronta ad accoglierLa ,magari con un poò di attesa,( NB impegnativa con la richiesta di visita urologica urgente)
Cordiali saluti
Cordiali saluti.
Dott.Roberto Mallus

[#3] dopo  
Dr. Nino Pignataro

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile utente, io mi frappongo tra i due colleghi: manterrei sicuramente la prenotazione dela visita per il 27 aprile; eseguirei comunque una urinocoltura ed un tampone uretrale con ricerca per miceti, trichomonas, clamidya e germi comuni ed in caso di insuccesso nella ricerca dela diagnosi( che credo improbabile)mi rivolgerei ad uno specialista. Recarsi in ospedale per una uretrite mi sembra davvero troppo..... che ci stanno a fare i medici sul territorio? Le belle statuine? buona domenica.

[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
convengo appieno con quanto affermato dal Collega Pignataro, il cui modo di interpretare la faccenda mi sembra non corretto ma correttissimo.
Di belle statuine l'Italia ne è piena. Il problema è che sarebbe ora di non accettare più il modo di recitare delle belle statuine. Stanno li in bella mostra. Le belle statuine si possono benissimo mettere in soffitta.
Il medico che l'ha visitata avrebbe agito correttamente se Lei non avesse:
1- probabilmente disturbi
2- probabilmente ansia e preoccupazione
Tanto è vero che, uscito dallo studio della "bella statuina", Lei è stato costretto a scrivere al nostro Forum. Cosa che ovviamente mi fa molto piacere, visto che sono qui per rispondere, ma di certo non onora la professionalità e la coscienza della statuina di cui sopra. Molto bravo il Suo Medico!
E poi, non voglio nemmeno sentire parlare del fatto che tanto c'è l'Ospedale...i Medici di Base e aggiungo tutti i Medici non possono considerare l'Ospedale come un paravento alle incapacità, alla mancanza di coscienza, alla fretta, al mordi e fuggi che troppo spesso caratterizza l'operato di alcuni medici. E poi ci si lamenta che l'attesa nei Pronto Soccorso è infinita? Che la gente muore fuori dalle porte del Pronto Soccorso? Che non si trova un posto letto quando serve per una vera Urgenza? Ma dove andremo a finire di questo passo? Questa è la nostra Sanità Pubblica?
Io sono nato e vivo in Italia. Ma non sono disposto ad accettare fatti come questo. Esiste un Ordine dei Medici, esistono avvocati e magistrati. Esiste un Tribunale del Malato. Basta con precari esempi di malasanità.
La Sua mail mi ha fatto molto piacere per l'occasione che mi ha fornito di puntualizare ciò che penso.
Le rinnovo gli auguri più affettuosi per tutto.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro amico l'uretrite è noiosa e fastidiosa ma non costituisce urgenza da pronto soccorso.
I tempi per la visita ambulatoriale (purtroppo) sono quelli giusti date le liste d'attesa, confermo che in alcune realtà le situazioni sono anche di maggiore attesa!
In ogni caso l'urinocultura con ABG ed il tampone dovrebbero essere dirimenti per il suo caso. A quel punto venuto fuori il germe non esiti a "costringere" il suo medico di base a prescriverle la terapia più idonea seguendo appunto l'antibiogramma.

Concordo pienamente col collega Martino la cui analisi, seppur cinica è giustissima!
Cari saluti,
dott. Daniele Masala.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
GIOIA DEL COLLE (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
è ormai una prassi per i medici di base inviare qualsiasi cosa subito in ospedale in pronto soccorso o per una visita specialistica ostacolando le vere urgenze
questo è indegno di chi riveste un ruolo nell'ambito sanitario
al di là della polemica io le consiglierei di eseguire un tampone uretrale con ricerca di clamdiya micoplasma ed ureaplasma e intanto iniziare una terapia con antiinfiammatori fino al risultato dell'antibiogramma per una terapia medica mirata
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com