PEA, trattamento dolore neuropatico e sindromi regionali dolorose complesse

Dr. Otello Poli Data pubblicazione: 24 ottobre 2013

Il Pea è una sostanza le cui potenzialità terapeutiche in neurologia vennero già evidenziate dalla Prof.ssa Rita Levi Montalcini

Il Pea (o Palmitoiletanomide) è una sostanza le cui potenzialità terapeutiche in neurologia vennero già evidenziate dalla Prof.ssa Rita Levi Montalcini.

 

Modalità di azione

Il PEA è un principio attivo capace di modulare la infiammazione del Sistema Nervoso legandosi a recettori implicati nella trasmissione dello stimolo doloroso. E' un composto endogeno ad effetto cannabinergico. L'efficacia terapeutica è legata al controllo che la aliamide esercita sulla degrenulazione mastocitaria. In sintesi la sostanza attiva agisce come substrato per la lipasi per le amidi degli acidi grassi riducendo la liberazione di acido aracnoidonico e, pertanto, delle prostaglandine garantendo così una maggior disponobilità di aliamide (sostanza endo-cannabinoide).

 

Uso terapeutico

Studi, prima, e trattamenti oramai validati a livello internezionale, in seguito, ne dimostrano la efficacia nel trattamento del dolore neuropatico in generale, in alcune patologie "di confine" quali la fibromialgia e la sindrome dolorosa mio-fasciale, mentre la sostanza evidenzia il suo maggior contributo nel trattamento di sindromi dolorose complesse come la CRPS (complex regional pain syndrome).

Nel trattamento del dolore neuropatico il PEA risulta maggiormente efficacie in associazione al Pregabalin per via orale mentre nel trattamento della CRPS efficace risulta la aggiunta di Ketamina usata sulla superficie cutanea. 

Al dosaggio di 1200 mg al giorno in forma granulare sub-linguale (suddivisa in due somministrazioni quotidiane: 600mg x 2) non mostra effetti indesiderati nè interazioni negative con altri farmaci.

In sostanza rappresenta un ulteriore strumento nei confronti del dolore e dell'infiammazione prevalentemente a carico del Sistema Nervoso.

 

Ricerca e sperimentazione umana

Di estremo interesse scientifico è la attività di ricerca in corso, già in fase sperimentazione umana, presso la ASL di Nuoro dove il PEA viene usato nel trattamento della Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Per tale argomento si rimanda alle pubblicazioni sul web.

 

Da consultare:

www.aslnuoro.it/documenti/3_16_2012205111621/pdf

- American Pain Society

- RDS/CRPS Solution Circle International Think Tank

Autore

otellopoli
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso Università La Sapienza Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 35412.

Guarda anche dolore 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Terapia del dolore?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati