Utente 227XXX
Buongiorno, vi chiedo un parere in merito ai miei disturbi e a quanto mi è stato diagnosticato. A giugno 2011 ho fatto gastroscopia (avevo spesso nausea e conati di vomito, inappetenza, debolezza) e mi è stata riscontrata gastrite antrale, ernia iatale e hb positivo. Eco addome completo negativo, analisi del sangue a posto, nessun problema alla tiroide (controllata per il problema della nausea). Ho fatto un primo ciclo per eradicare hb, ma non è risultato efficace. Ho rifatto quindi un secondo ciclo e a fine mese farò il test del respiro per verificare se sono riuscita a eradicare hb. In questi mesi, soprattutto durante le terapie antibiotiche per eradicare hb, ho avuto acora nausee, crampi allo stomaco e qualche dolore. E' da un paio di settimane che non ho più questi sintomi, ma 7 gg fa è apparso al torace, tra i seni, un dolore non costante (dura qualche secondo e poi sparisce, per riapparire dopo vari minuti o qualche ora); se premo un po' con le dita, sento fastidio. Il medico mi ha fatto fare per scrupolo un elettrocardiogramma e analisi del sangue, ma è risultato tutto a posto. Sostiene che il dolore potrebbe essere originato dall'ernia iatale e dal reflusso. Ma io non ho acidità, nè dolori gastrici. E' possibile? Il medico afferma inoltre che questi miei fastidi gastrici non si risolveranno mai completamente se prima non affronto il mio problema di ansia...Capisco che è difficile dare un parere senza visitare e vedere una persona, però vorrei sapere se ritenete opportuno che mi rivolga nuovamente al gastroenterologo per aggiornarlo di questo dolore. Grazie mille per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
lei dice
<<Sostiene che il dolore potrebbe essere originato dall'ernia iatale e dal reflusso>>,
la risposta è SI, anche se può non avverire reflussi acidi.
lei dice
<<Il medico afferma inoltre che questi miei fastidi gastrici non si risolveranno mai completamente se prima non affronto il mio problema di ansia>>,
magari risolvendo l'ansia si potesse risolvere un difetto anatomico come l'ernia iatale: purtroppo non è così.

Resto a sua disposizione.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 227XXX

Grazie per la celere risposta. Le chiedo quindi se ha qualche consiglio in merito da darmi, dato che il mio gatroenterologo si è limitato, a oggi, a curare l'hb (e anche perchè il dolore toracicio è piuttosto recente). Ora mi sto limitando ad assumere gaviscon prima di coricarmi la sera.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Credo che associare anche un procinetico possa giovarle.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it