Cellule staminali... spermatozoi

Dr. Giovanni BerettaData pubblicazione: 03 novembre 2012

Vi riferisco questo studio recente, condotto da ricercatori dell’Università di Pittsburgh e pubblicato in questi giorni su Cell Stem Cell, premettendo la mia assoluta contrarietà all’utilizzo di animali nella ricerca scientifica dato che in pochi casi è assicurata, in questo tipo di ricerche, una trasparente garanzia di un corretto comportamento etico.

Bisogna qui ricordare che molti trattamenti anti-cancro (ad esempio i chemioterapici alchilanti), poiché non distinguono le cellule sane, che si riproducono rapidamente (ad esempio quelle della linea germinale), da quelle cancerogene, determinano nei pazienti che subiscono tali terapie un’azoospermia, cioè non ci sono più spermatozoi nel liquido seminale.

Cellule staminali indifferenziate
Cellule staminali

Oggi sempre si consiglia a questi uomini, in cui si è fatta diagnosi di tumore, ad esempio testicolare, una preventiva crioconservazione dei loro gameti, cioè gli spermatozoi, prima di essere sottoposti a qualsiasi tipo di trattamento antitumorale; questa è la strada più facile e ragionevole da seguire!

Lo studio, qui riportato, è stato condotto su scimmie delle genere Macaco (12 adulti e 5 soggetti in fase prepuberale).

I ricercatori hanno praticato biopsie sui testicoli dei macachi e poi hanno crioconservato le cellule prelevate dalla gonade; le scimmie sono state quindi sottoposte a terapia antiblastica con alchilanti fino a ottenere l’assenza di spermatozoi nell'eiaculato dei soggetti adulti.

Dopo pochi mesi dalla raggiunta sterilità, il team ha trapiantato nei testicoli delle scimmie le cellule staminali spermatogoniali in precedenza crioconservate.

La produzione di spermatozoi è ricominciata in nove delle dodici scimmie adulte e in tre delle cinque scimmie, sottoposte a chemioterapia in età prepuberale, dopo naturalmente aver raggiunto l’età adulta.

Gli spermatozoi, ottenuti da questo innesto autologo, sembrano aver fertilizzato con successo 81 ovociti.

 

Fonte:

http://www.cell.com/cell-stem-cell/retrieve/pii/S1934590912004754

Altre informazioni:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/336-tumore-al-testicolo-come-preservare-la-fertilita.htmlTumore-al-testicolo-come-preservare-la-fertilita

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.