Dieta ricca di grassi e uso di marijuana promuovono la fibrosi dei corpi cavernosi

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 01 maggio 2021

Il legame tra consumo di cannabis e disfunzione erettile rimane poco chiaro.

Inoltre, l'effetto della cannabis in tandem con le attuali abitudini alimentari occidentali è un'area della salute sessuale maschile che deve ancora essere esplorata.

Disfunzione erettile: lo studio su dieta e cannabis

Uno studio ha cercato di indagare l'impatto della dieta e della cannabis sulla istopatologia del pene in un modello animale.

Obiettivo dello studio era determinare gli effetti della dieta e dell'estratto di cannabis per via orale sulla fibrosi e lo stress ossidativo all'interno dei corpi cavernosi dei topi.

cannabis studio disfunzione erettile

Questo è uno studio pilota su animali in cui gruppi di topi maschi C57BL / 6J di 2 mesi di età sono stati nutriti quotidianamente con una dieta chow normale (NCD) o una dieta ricca di grassi (HFD) e trattati con o senza estratto di MJ o THC per Due mesi. Dopo l'eutanasia, i peni dei topi sono stati isolati ed elaborati per studi immunoistochimici per determinare: (i) cellula muscolare liscia al contenuto di collagene, (ii) proliferazione dei miofibroblasti e (iii) attività antiossidante.

Principali misure di esito: valutazione quantitativa dei marcatori immunoistochimici di fibrosi e stress ossidativo all'interno dei corpi cavernosi di topi alimentati con una dieta ricca di grassi in combinazione con marijuana orale (MJ) o estratto di Δ-9-tetraidrocannabinolo (THC).

Qual è l'effetto della cannabis?

La combinazione di HFD con MJ ha prodotto:

  • una diminuzione del rapporto liscio / collagene nei corpi cavernosi,
  • un aumento dell'espressione di actina muscolare alfa-liscia nella tunica albuginea compatibile con la proliferazione dei miofibroblasti 
  • una diminuzione dell'espressione dell'eme ossigenasi 1 che indica un aumento dello stress ossidativo.

Non sono stati osservati cambiamenti istologici significativi nel gruppo HFD + THC.

Una dieta ricca di grassi combinata con estratto di marijuana orale ha portato ad alterazioni strutturali nel tessuto erettile che sono associate a fibrosi dei corpi cavernosi accelerata.

Tuttavia, l'aggiunta di THC alla dieta non ha esacerbato i cambiamenti istologici all'interno dei corpi cavernosi.

Sono necessari ulteriori studi per chiarire gli effetti discrepanti tra MJ e THC al fine di ottimizzare il potenziale terapeutico della cannabis e minimizzare i suoi effetti negativi sulla salute dei corpi cavernosi.

 

 

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa