Le mani esplose a Capodanno: un botto di follia!

Dr. Antonio ValassinaData pubblicazione: 31 dicembre 2010Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2015

Pensateci e pensateci bene. Senza una mano o con una mano distrutta in buona parte e per sempre si rischia di rovinare una vita per una follia di Capodanno.

Non giocate con i "botti" e se ne utilizzate qualcuno fate in modo che siano legali ecapodanno certificati. Se non esplodono o bruciano male o solo la miccia non provate a riaccenderli mai!

Oggi la Chirurgia della mano e l'Ortopedia in genere hanno fatto progressi straordinari nella ricostruzione degli arti, ma riparare lesioni gravissime come quelle da esplosione è sempre estremamente difficile se non impossibile. Ricordiamoci che non sono mai ferite nette, pulite a margini precisi, ma al contrario sporche e soprattutto i tessuti sono danneggiati ben oltre quello che si vede per 2 meccanismi devastanti:

1) l'ustione del materiale incandescente

2) l'onda d'urto che spesso provoca lesioni sottominate (al disotto della cute o della fascia muscolare) e pertanto occulte con danni neurovascolari che superano di molto gli apparenti margini della lesione superficiale. Inoltre sono lesioni che proprio per la necorsi e l'ischemia diffusa che provocano possono molto più facilmente andare incontro a complicanze settiche con infezioni gravissime e necessità di ricorrere ad amputazione differite. State lontani dai botti che scoppiano. Salvate voi stessi e la vostra vita, salvate gli altri, i vostri cari che vi stanno vicino in un momento di festa, proteggete la loro vita! Qui a seguire alcuni consigli utili per la vita e per festeggiare in sicurezza... VADEMECUM PER IL CORRETTO

USO DEI FUOCHI D'ARTIFICIO Di seguito alcuni suggerimenti degli artificieri dell'Arma dei Carabinieri:

•non acquistare e non usare mai fuochi d'artificio proibiti, sono pericolosissimi;

•acquista da commercianti autorizzati soltanto fuochi consentiti e lascia che ad accenderli sia un adulto. Affidati al buon senso e se hai l'impressione che sei di fronte ad un venditore improvvisato, lascia stare e vai da un'altro;

•l'uso improprio dei fuochi d'artificio, di qualunque tipo, può comportare gravi conseguenze: ustioni, perdita delle dita, delle mani, della vista e lesioni più gravi;

•prima di accenderli leggi e segui attentamente le istruzioni. Ancor prima, però, controlla che il prodotto sia in ottimo stato di conservazione ovvero che non presenti segni d'umidità o di danneggiamento e che possono determinare la fuoriuscita di polvere pirica;

•quando accendi un fuoco d'artificio non indossare indumenti di pile o di fibra sintetica oppure acetati: una scintilla potrebbe incendiarli;

•se un fuoco d'artificio non si accende subito non ritentare, buttalo via;

•non tentare di riaccendere botti inesplosi che trovi per strada;

•usa i fuochi d'artificio consentiti in luoghi aperti, comunque lontano dalle persone e da materiale infiammabile; •non unire o accendere contemporaneamente più fuochi;

•quando qualcuno usa i fuochi d'artificio, mettiti al riparo;

•nell'accendere quelli consentiti ricordati di: posizionare il fuoco su una superficie piana o, in caso di razzi, perfettamente in verticale, non utilizzando bottiglie di vetro; non

•tenere mai con le mani razzi, candele o petardi; allontanati immediatamente e non accendere razzi o petardi con la miccia corta, potrebbero esploderti in mano da un momento

•all'altro; non gettare e non indirizzare mai petardi o razzi verso le persone; non far esplodere mai petardi o razzi in bottiglie o dentro contenitori fragili, perché rompendosi possono produrre pericolose schegge;

•non cercare di costruire un petardo di dimensioni maggiori utilizzando le polveri di più petardi;

•evita di trasportare materiale pirotecnico in macchina e di usare fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette, ecc.) nelle vicinanze. Non possono mancare i suggerimenti anche per i più piccoli.

•Fontanelle, trottole, fumogeni, petardini, miccette e girelline: dopo aver acceso la miccia allontanarsi subito, ma preferire farle accendere dai propri genitori.

•Bottigliette a strappo, pistole a strappo e snappers: non mirare mai alle persone, potresti fargli del male.

•Candeline e stelline usale lontano dai vestiti, dalle tende, dai divani e da tutti gli oggetti infiammabili.

•Fai attenzione alle persone che ti sono vicine: una scintilla potrebbe colpire gli occhi o cadere sulla pelle causando delle dolorose ustioni.

Buon Anno a tutti lontano dai fuochi e vicino al calore del cuore!

Autore

antonio.valassina
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1978 presso Università Cattolica del S. Cuore.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 34117.

2 commenti

#1
Dr. Antonio Valassina
Dr. Antonio Valassina

Capodanno 2011
Purtroppo, more solito, feriti a centinaia, 498 i feriti in tutta Italia, e 1 morto a Napoli, ucciso da un proiettile. Colpiti anche 68 bambini. Una guerra folle che verra' pagata per anni!

A Napoli poi...
Un morto e settanta feriti: è il bilancio del Capodanno a Napoli e provincia, nonostante inviti e raccomandazioni alla sobrietà. La vittima a Crispano, un uomo di 39 anni ucciso da un proiettile vagante. Tragedia sfiorata nel comune vesuviano. Un petardo scoppia vicino all'impianto: tre feriti, un appartamento sventrato.

#2
Ex utente
Ex utente

Pene severe anche per chi va all'ospedale con le mani rotte!
prima lo si cura poi lo si arresta!

è l'unico "TOCCASANA"

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche capodanno 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Chirurgia della mano?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati