Progetto Disturbi del Movimento

I disturbi del movimento possono essere causa di una diminuzione della quantità di moto di una persona, come ad esempio nel Parkinson, con sintomi come rigidità e bradicinesia. In altri casi, come nelle distonie e nei tremori, sono i movimenti involontari a causare difficoltà nel controllo dei movimenti volontari e di precisione, fino a ridurre l'autonomia dei pazienti negli spostamenti e nella gestione della vita quotidiana.

La spasticità, in cui coesistono debolezza e ipertono muscolare, pur non essendo un disturbo del movimento propriamente detto, rappresenta un segno clinico comune a molte patologie del sistema nervoso centrale ed è altrettanto limitante per l'autonomia della persona.

In questa sezione verranno approfonditi gli aspetti generali di questi disturbi e le soluzioni terapeutiche e riabilitative finalizzate al miglioramento della qualità di vita dei pazienti.

Progetto Disturbi del Movimento

Articoli di approfondimento

Spasticità: cos'è e come cambia la vita. Uno sguardo generale sulla spasticità.
spasticità
  789   11 set

Pur non essendo classificata come un disturbo del movimento propriamente detto, la spasticità rappresenta un segno clinico complesso, fortemente disturbante per la capacità di...

Dr. Cannaviello Medicina fisica e riabilitativa