Utente 125XXX
Buongiorno,

da circa tre mesi soffro di una fastidiosa prostatite...inizialmente ho iniziato una terapia a base di tavanic+topster supposte per 20 giorni senza ottenere risultati...il mio urologo mi ha consigliato allora una spermiocoltura in modo tale da poter individuare una terapia mirata.
L'esito dell'esame è stato però il seguente: non presenza di flora batterica patogena,non sviluppo di lieviti, negativo per nycoplasma e ureaplasma...a questo punto qual'è secondo voi la strategia migliore da intraprendere...?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente la prostatite può anche essere a batterica però è utile capire le cause ed agire su di essa
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
le infiammazioni della prostata spesso necessitano, per essere superate, di cicli di terapia. Bene ha fatto il medico curante a richiedere una spermiocoltura. Torni da lui e sulla scorta del risultato deciderete come affrontare e risolvere la situazione. Se va all'indirizzo www.giambersio.it troverà una piccola monografia sulle prostatiti che penso possa esserle utile per comprendere meglio questa frequente patologia.
Cordiali saluti