Utente 100XXX
salve dottote, scrivo perchè improvvisamente ho manifestato problemi di erezione...parto dall'inizio. ho subito un anno e mezzo fa un intervento di circoncisione e plastica orizzontale del frenulo (purtroppo non ce ne siamo accorti prima di questo problema). ho quindi finalmente avuto i miei primi rapporti con una persona con cui stavo da un po' e purtroppo ho notato che soffrivo di eiaculazione precoce. tuttavia, ora ho una nuova partner di cui sono fortemente innamorato e verso cui provo molta "voglia sessuale". finalmente ho imparato, anche grazie al suo aiuto, a controllare la mia eiaculazione, portando la durata dei miei rapporti anche a tempi molto lunghi (diverse ore, e a volte avrei potuto resistere di più ma decidevo io di non "trattenermi più") riuscendo a capire che è tutto nella nostra testa! le scrivo adesso perchè purtroppo ultimamente mi sono trovato difronte ad un grave problema: l'erezione mi dura molto poco e non riesco ad averne 2 consecutive. nel senso che se non penetro la mia ragazza nel momento della piena erezione la perdo e poi non riesco più ad averne un'altra per molto tempo...in più, è tornato il problema di eiaculazione precoce...ho notato ancche che lo sperma è più liquido e meno denso, più trasparente e ne esce in quantità maggiore rispetto alle volte precedenti...ora, capisco che è tutto nella mia testa e che più me ne preoccupo peggio è, però vorrei capire se tutto ciò può dipendere da qualcosa di fisico che mi impedisce una erezione normale (non ho mai, fino ad ora, avuto problemi di erezione, davvero MAI)... specifico che ultimamente non sto bene di salute e ho fatto forte uso di antibiotici (in grande quantità su consiglio medico) e soffro molto di cali di pressione e giramenti di testa. può essere tutto causato da questo? devo preoccuparmi per il mio problema? cosa mi consiglia?
grazie per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mi sembra di capire che ha solo 21 anni e pretende di aver capito tutto quello che con c'è da capire,in quanto l'erezione e la eiaculazione sono funzioni spontanee che non possiamo "dominare" a piacimento.E' chiaro che uno stato di salute non ottimale possa favorire un calo della funzione sessuale ma la ricerca della prestazione,rincorrendo il passato,porta ad una nevrosi che pregiudica il presente ed il futuro. Consulti un esperto andrologo non sottovalutando anche la necessità di un'introspezione psicosessuologica, considerando,come ci ricorda,che "tutto é nella nostra testa".Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la risposta dottore,
volevo precisare che la mia preoccupazione deriva dalla paura di avere qualcosa di, come dire, fisico che non va...qualche problema fisico. non rincorro la prestazione, rincorro semplicemente la mia salute...
avevo già pensato di consultare un andrologo, semplicemente per sicurezza. è normale che io parto da una serie di prestazioni per avere paura di un problema...
e si, mi sono reso conto di sapermi controllare...e rimandare il momento della eiaulazione...
grazie comunque per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
la buona notizia: se sei riuscito a "gestire" (mi piace di più di "controllare") la tua eiaculazione significa che psicologicamente hai capito alcune strategie non così ovvie.

ora purtroppo la cattiva notizia: probabilmente soffri d'ansia, e la manifesti nella tua vita sessuale.

Prova ad esempio a leggere questi due articolo e calcola quanto ti ritrovi da 0 a 100

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=99111

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42293
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
innanzitutto, grazie per la risposta.
per quanto riguarda gli articoli, mi ritrovo in alcune cose, ma davvero poco. certo, sono un tipo ansioso, però non a livelli esagerati o da curare...un'ansia "normale" o comunque moderata! certo, mi preoccupo per la mia salute, ma non tendo a cercare (o trovare) tutte le malattie, se ho un problema me ne preoccupo, altrimenti non mi pongo proprio preoccupazioni :)
analizzando un po' la situazione comunque, ho potuto notare che effettivamente era tutto dovuto ad uno stato psicologico di preoccupazione dovuti ad eventi estranei alla sfera sessuale, spero andrà tutto per il meglio. ho comunque deciso di consultare, più in là, un andrologo se il problema persiste :)
grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...comunque una visita andrologica Le chiarirebbe altri dubbi che,leggittimamente un ragazzo di 20 anni ha sulla propria genitalità riproduttiva e sessuale.Cordialità.
[#6] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Benissimo, buon lavoro a grazie di averci scritto