Utente 107XXX
Al gent. Dottore che mi legge:
Il reumatologo mi ha prescritto la biopsia delle ghiandole salivari minori per accertamenti sulla sindrome di Sjogren.
Siccome all'interno del labbro inferiore ho delle venette varicose sono tanto preoccupato anche perchè mi è stato detto che i prelievi devono essere almeno otto e non sempre all'incisione corrisponde una ghiandola.
La cicatrizzazione lascia il labbro gonfio?
Porto anche la protesi mobile,ci possono essere conseguenze?
Ringrazio di cuore chi vorrà dirmi qualcosa in merito alle mie preoccupazioni!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
la risposta alle sue domande è negativa, indubbiamente in sede d'incisione verranno applicati dei punti di sutura e vi sarà dolenzia e modesto gonfiore almeno nei primi 2 gg ma potrà controllare le eventuli sequele con la terapia farmacologica che sicuramente le verrà prescritta.
Comunque non si incide alla cieca : le gh salivari minori sono facilmente individuabili prima dell'incisione.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio di cuore il dott. Palomba per la sua pronta risposta che mi rassicura abbastanza.
Gradirei anche sapere se è proprio utile questa biopsia per eventuali cure da fare dopo anche se non ho altri sintomi che bruciore e secchezza della punta della lingua.
Grazie e cordiali saluti!
[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Sì, questa biopsia è necessaria perchè è specifica per la diagnosi della Sindrome di Sjogren, permette la diagnosi differenziale cioè di escludere altre patologie che hanno una sintomatologia simile, e consente il 'grading', cioè in caso di malattia accertata, lo stato di avanzamento.
In realtà andrebbero esaminate le gh salivari maggiori ma questo comporta possibili sequele, dovuto altrauma operatorio.

Come le avranno spiegato, la sindrome di S. é una patologia autoimmune che è porta dalla distruzione progressiva delle ghiandole esocrine, soprattutto salivari e lacrimali, e si associata anche ad altre patologie come l'artrite reumatoide o il lupus eritematoso sistemico (LES). Pertanto penso che dovrà sottoporsi, se già non lo ha fatto, anche ad esami sierologici specifici.
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Gent. dott. Palomba
sono stato inviato a fare la biopsia perchè agli esami del sangue l'autoimmunità è risultata negativa.
Anticorpi anti Nucleo(ANA) MetodoIF cellule Hep2: Negativo
Ab anti Antigeni Nucleari Estraibili(ENA): Negativo
Sono forse questi gli esami?
Grazie per la cortesia e la chiarezza.
Cordiali saluti!