Utente 187XXX
Gentilissimo Dottore,sono il padre di una bambina di 6 anni e 7 mesi,che ringraziando il cielo gode di ottima salute.Nell'ultima visita pediatrica le è stato riscontrato un soffio al cuore sistolico a livello della aorta.Da un esame ecocardiografico fatto da un dottore specializzato in pediatria cardiologica è stato rilevato che la valvola aortica non è tricuspide ma bicuspide.Nel referto il pediatra scrive:Valvola aortica con apertura e chiusura eccentrica,bicuspidale.Non si misura gradiente.Connessioni atrio-ventricolari e ventricolo-arteriose concordanti.Setti integri.Buona contrattilità ventricolare.Valvole atrio-ventricolari normoconformate.Valvola polmonare normoconformata e rami polmonari confluenti.Arco aortico normale.Sacco pericardio integro.Coronarie normoemergenti.Situs solitus (viscerale ed striale).Apice a sinistra.
Da quanto emerso gradirei capire se mia figlia potrebbe avere problemi di cardiopatia in futuro.Quale precauzioni dobbiamo prendere noi genitori a riguardo?La ringrazio del contribbuto che mi vorrà dare,la saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Salve UTENTE calabrese (ha un nome?).
Spesso la valvola aorta è bicuspide, spesso non comporta alcuna limitazione. Anche se ci si trova di fronte ad una attività sportiva di tipo agonistico.
Ma a 6 anni mi pare prematuro parlare di sport...
Quando il Collega dice che non si misura gradiente (ovvero che non c'è una rapporto "sbagliato" nelle pressioni intra ed extra cardiache) sta affermando che, per il momento, non c'è motivo di preoccupazione.
Io credo che sia meglio far controllare il cuore di Sua figlia di tanto in tanto e che, per il momento, Voi genitori stiate un po' più sereni. Anche per non far "passare" l'ansia della malattia a Vostra figlia (intendo dire le Vostre paure).
Le va di mettersi i contatto con noi, di tanto in tanto?

Marco Marilungo