Utente 689XXX
gentili dottori, vi chiedo un parere (pur sapendo che, senza visita non è possibile esprimere alcuna diagnosi) su una situazione che non riesco ad arginare. in termini estremamente sintetici:
da 25 anni soffro di prurito in zona anale, perinale e vaginale (l'impressione è che il prurito sia interno ed esterno a questi organi). negli ultimi tre anni, la situazione è precipitata. ho sempre fatto tamponi vaginali, con conseguente cura antibiotica (in genere è presente proteus). ma il prurito non è mai passato. Negli ultimi 12 mesi, la situazione è totalmente degenerata. ho cambiato ginecologo e la nuova dottoressa ha escluso emorroidi (pur evidenziando che non è la sua specialità) e mi ha prospettato che il problema fosse intolleranza alimentare. alla domanda: a chi posso rivolgermi? all'allergologo? e dove si fanno di test di intolleranza? la risposta è stata: non lo so ma tanto non servono a nulla. mangi variato e così incapperà poco nell'intolleranza. La stessa dott.ssa mi ha inviato, per sicurezza, all'ambulatorio di patologia vulvare di un istituto universitario. stessa diagnosi, stesse domande, stessa risposta. Ho telefonato a vari laboratori di analisi ma nessuno fa il test di intolleranza alimentare, in quanto giudicato non scientifico. Vi chiedo quindi due pareri:
1) secondo voi, è possibile che una intolleranza alimentare provochi un prurito tanto devastante da non permettermi di dormire e di rimanere seduta ferma (devo muovermi in quanto il prurito è fortissimo?
2) se sì, dove posso fare il test (ho visto che in una farmacia lo eseguono, può andar bene?)
3) in questo specifico caso, mi conviene rivolgermi ad allergologo, ad un gastroenterolo o ad altra specialità? in prurito è "limitato" alle zone sopra indicate. non ho altri problemi di digestione/prurito in altre parti del corpo. un grazie se vorrete dedicare alcuni minuti del vostro tempo a me.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sicuramente un'intolleranza alimentare non provoca un prurito così regionale ma piuttosto sintomi sistemici.
Non penso che l'allergologo possa risolvere il problema.
Potrebbe comunque provare ad assumere un'antistaminico.
Cordiali saluti