Utente 676XXX
Buongiorno, ho 34 anni e da un anno mi compaiono (in modo continuativo, cambiando solo posizione) lesioni/vescicole molto dolorose sulla punta e ai lati della lingua. Negli esami del sangue ho sempre avuto, da che mi ricordi, i valori di PCR e VES alterati. 3 anni fa il reumatologo mi ha consigliato la tonsillectomia, che ho fatto. Nonostante questo i valori di VES e PCR sono, ad oggi, ancora alterati.Da un anno salto da uno specialista all'altro, senza venirne a capo. Riassumendo: il medico di base fa una diagnosi di aftosi, e così provo tutti i prodotti in commercio (gel, spray, cerotti, colluttori) senza nessun risultato. Un altro medico parla di carenza vitaminica, così prendo vitamine, senza nessun risultato. il dentista esclude l'aftosi, fa una lisciatura dei denti per escludere un problema meccanico, e mi parla della possibilità di Sindrome di Bechet o di morbo di Crohn. Un secondo dentista dice che non ha mai visto una simile patologia, e mi consiglia uno stomatologo. Lo stomatologo sostiene che non ho nulla (nonostante veda le lesioni), e mi fa tutto un discorso sulla percezione del dolore, concludendo che sono io che esagero la situazione. Tutto questo senza fare nessuna analisi clinica (a parte un tampone che esclude la candidosi). A questo punto vado dal reumatologo, e lo prego di farmi fare almeno qualche esame. Questi gli ultimi risultati: alterati i valori di GAMMA GT 42UI/l; VES 26 mm/ora; PCR 3,06 mg/dL e Leucociti 11,2. Negativi tutti gli esami per la ricerca di malattie autoimmuni; negativa la ricerca del virus epatite B e dell'HIV. Da segnalare il fatto che da sempre ho dei problemi ad assimilare l'alcool per via di una -presunta ma mai accertata- carenza dell'enzima alcool deidrogenasi. Ormai votata all'autodiagnosi, visto che nessuno mi aiuta, chiedo al medico di base di prescrivermi il dosaggio di questo enzima, ma al laboratorio di analisi (di uno dei + importanti ospedali di milano...) mi dicono che non conoscono l'esame e quindi non lo eseguono. Con gli esami appena ritirati (ieri) mi reco ancora dal medico di base il quale mi dice "mah, provi ad andare ancora dal reumatologo", e mi prescrive una radiografia al fegato e un tampone faringeo.
ora io non so veramente più cosa fare nè da chi andare. Continuo a perdere tempo, giornate di lavoro e soldi e l'ansia per non avere una diagnosi cresce. Ho 2 bambini piccoli e vorrei, almeno, escludere di avere qualche problema genetico o qualche virus potenzialmente contagioso. Il dolore alla lingua è un continuo stillicidio perchè non si interrompe mai, e questo stato d'animo comincia ad influire veramente tanto sulla mia vita. Vorrei almeno essere indirizzata. Qualcuno può aiutarmi?
[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
20% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora ha fatto anche qualche altro esame di laboratorio? Per esempio un bilancio marziale completo (dosaggio di ferritina, sideremia e transferrina)?
Se si, le dispiacerebbe riportarli?
Molto Cordialmente