Utente 808XXX
Soffro di eiaculazione precoce. Vorrei provare ad utilizzare il LUAN per vedere se è un problema di ipersensibilità del glande. E' una prova che posso fare o vado a rischio di avere problemi di salute, inconvenienti, rischi o altro?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
No è una prova che può fare, ovviamente si tratta comunque di un farmaco per cui deve essere acquistato con prescrizione medica e quindi sotto controllo medico.

[#2] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
avevo letto che per il luan non serve prescrizione medica
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Aveva letto male, per di più le consiglio vivamente una visita specialistica senza pasticciare col fai da te ed il rischio di anestetizzare la partner.
[#4] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
lo applica sulla mucosa del glande e poi si protegge con un preservativo. Non corre nessun rischio.
saluti!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la invito a non tenere in considerazione quanto scritto dal collega Simonato che avvallandoi quanto sostiene lei pone automaticamente una diagnosi la qual cosa è scorretta via web, tenga inoltre presente che l' eiaculazione precoce ser non curata adeguatamente in alcune sue forme porta a deficit erettivi.
[#6] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
Innanzitutto vi ringrazio tutti per le risposte e la disponibilità.
Ora volevo chiedere al Dott. Cavallini maggiori informazioni relative ai deficit erettivi causati dal non curare adeguatamente l'e.p.
Si riferisce in particolare anche all'utilizzo del Luan?
Io, forse perchè sono relativamente giovane, per ora non ho mai avuto problemi erettivi. Tant'è che spesso per me il periodo refrattario post-eiaculazione non eiste.
Eppure non sono di certo alle mie prime esperienze sessuali.
Ho sempre avuto problemi di e.p. ma mai di erezione.
Vedo che in molti mi sconsigliate l'utilizzo del Luan. Capisco che una visita andrologica sia la soluzione migliore ma non avete, nel frattempo, un consiglio/un espediente/una tecnica da segnalarmi per prolungare il rapporto. Possibile che nella vostra esperienza di medici che si occuopano di questo problema non mi sappiate segnalare un rimedio temporaneo non dannoso per la salute?
Grazie per la vs disponibilità
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Eccole la spiegazione: se4 è psicologica l' eiaculazione precoce è ensiua che si scarica attraverso il pene. L' ansia è una malattia che aggrava con l' età e porta al deficit erettivo.
Da un collega avqanti marsch.,
[#8] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
Dott Cavallini
grazie per la tempestiva risposta. Io in effeti sono un soggetto abbastanza ansioso tant'è che sono quasi convinto che nella mia ep giochi un ruolo decisivo proprio l'ansia. Però continuo a ripeterle che anche nelle situazioni di ansia non ho mai avuto problemi di erezione. Anzi mi sono sempre trovato nella situazione opposta
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
ed io le dico per òla terza volta che se non cura quella eiaculazione precoce adeguatamnente può succederle. Ergo a costo di essere maleducato aòlzi i glutei dal seggiolino e vada da collega. Lew riocordo che 15 gg. fa aveva chiesto consulto per lo stesso motivo e le erano state date le stesse risdposte. http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=109529
[#10] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Invito il Dr Cavallini a non sbilanciarsi con termini inappropriati e a dir poco offensivi!
Capisco che deve e vuole difendere una professionalità ma ci sono modi e modi!

Per quella che era la Sua legittima domanda di consulenza on line ribadisco fermamente la mia risposta:
il luan lo applica sulla mucosa del glande e poi si protegge con un preservativo. Non corre nessun rischio!
Questo non comprometterà nessuna diagnosi e/o analisi successiva e tantomeno controindicherà una "corretta" visita da un andrologo.
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
vorrei provare il luan....credo che se dovesse funzionare potrebbe aiutarmi dal punto di vista psicologico ad avere meno stress e ansia nell'eiaculare velocemente....
Dott. Simonato, mi conferma che un uso corretto del luan non ha controindicazioni pericolose?
leggo molti pareri in rete di uomini che si trovano bene con questo espediente
[#12] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
mi sembra di aver già risposto a questa sua domanda.
cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Unsa precisazione: in questo sitoi sono vietate le diagnosi e le terapoie on line. In effetti la tesi del collega si basa sul preconcetto che lei abbia problema psicogeno, mentre non soappiamo se abbia dell' altro. Di qua è impossibile. Inoltre problemi psicogeni ansiosi trattati non adeguatamente hanno conseguenze de4letrie sulla sua sessualità.
[#14] dopo  
Utente 808XXX

Iscritto dal 2008
conseguenze deleterie sulla mia sessualità? a cosa allude Dott. Cavallini?
[#15] dopo  
Dr. Stefano Angelini
20% attività
0% attualità
0% socialità
MESTRE (VE)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
non posso non evidenziare che un problema sessuale le cui cause sono da ricondurre a fattori psicologici è da affrontare con un intervento psicosessuolgico.
Sebbene non sia contrario ai farmaci è fondamentale tenere presente che essi sono sintomatici e non risolutivi. Nel caso dell'eiaculazione precoce possono aumentare i tempi di eiaculazione ma nulla possono modificare nell'ambito del disagio psicologico sottostante che qui ha a che fare con l'ansia.
Un paziente ansioso, inoltre, tenderà a propendere per una risoluzione immediata del disagio ma ciò non è clinicamente possibile.

cordialmente