Utente 134XXX
Buongiorno, mi chiamo Silvio Cupaiolo e sono un ragazzo di 26 anni. Da circa tre mesi lamento difficolta erettiva e continuo stimolo a urinare (anche una volta ogni ora). Mi sono recato da un urologo il quale dopo ecografia mi ha diagnosticato una sospetta prostatite, cosi mi ha dato una cura di tafanic e topster per tre mesi (15 giorni di cura e 15 di astensione per ogni mese). La cura l'ho quasi finita e devo dire che la situazione è migliorata leggermente ma nn completamente tanto che ho ancora stimolo ad urinare (seppur minore rispetto tre mesi fa) e difficoltà a mantenere l'erezione. Cosi ho fatto ulteriori esami quali: urinocultura e valori del psa libero e totale i quali sono risultati entrambi negativi. Non so piu quale strada percorrere e vorrei un vostro consiglio anche perche la difficolta erettiva sta condizionando anche i rapporti con la mia ragazza....IN attesa di una vostra gentile risposta vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é evidente che,accanto al percorso urologico,debba percorrere quello andrologico che,anch'esso,si basa su di una diagnosi...Consulti un andrologo dedicato che,agevolmente,può trovare tra i consulenti di questo forum.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
a volte le infiammazioni prostatiche lasciano questi strascici. E la situazione va rivalutata per vedere se persistono problemi prostaici po se ve ne sono sovrapposti altri.
[#3] dopo  


dal 2012
Il mio urologo mi ha scritto come diagnosi : sospetta prostatite. Quindi mi chiedo neanche con l'ecografia è possibile valutare attentamente l'ingrossamento della prostata? e poi...è possibile che la difficoltà erettiva sia dovuta appunto a minzioni frequenti e assunzione di farmaci da piu di tre mesi? grazie mille
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Visto che ha fatto la cura con alcuni ma non tutti i benefici si tratta di rivalutare il caso. quei farmaci non fanno nulla alla erezione. L' eco si fa apposta. Trni dal collega.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...mi sembra singolare che l'urologo di riferimento non abbia preso in considerazione il disagio sessuale.Cordialità.