Utente 126XXX
Buongiorno, ho 49anni e da tre mesi sono in cura con PROMETRIUM 200 dal 6° al 25° giorno del ciclo in quanto ho avuto delle metroraggie che non smettevano se non con Ugurol.
L'assunzione di progesterone mi reca una forte tensione mammaria costante e
dolori pelvici. In questi giorni la mia ginecologa mi ha aumentato la dose a 300 in quanto ho perdite ematiche continue con dolori tipo mestruali.
E' normale che nonostante l'assunzione del progesterone abbia queste perdite?
Il consiglio della mia ginecologa e' quello di proseguire con la cura per altri 3/4 mesi ma io temo gli effetti collaterali.
Il mio timore e' soprattutto legato al fatto che nel 2003 mi sono ammalata di dermatomiosite ora,fortunatamente, in fase di remissione,ma non vorrei che l'assunzione di ormoni mi recasse problemi.
Non sto mai bene e questi dolori continui mi limitano anche nella vita quotidiana.
Ringrazio anticipatamente per il consulto.
[#1] dopo  
Dr. Giampietro Gubbini
44% attività +44
8 attualità +8
16 socialità +16
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
il trattamento con progesterone nella terapia delle emorragie uterine è senza dubbio efficace.Per eliminare i disturbi che questo farmaco può determinare a livello sistemico può ricorrere a Mirena.Tale dispositivo ( IUS) inserito in utero rilascia l'ormone a concentrazioni utili solo a livello locale e ha una durata di 5 anni.
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE DOTTORE PER LA SUA RISPOSTA.
MI INFORMERO' CON LA MIA GINECOLOGA RIGUARDO A MIRENA.
IL FATTO CHE IO USI IL PROGESTERONE PER VIA VAGINALE NON DOVREBBE GIA' ELIMINARE IN PARTE QUESTI DISTURBI?
NON CAPISCO COMUNQUE PERCHE'NONOSTANTE L'AUMENTO DEL DOSAGGIO HO LO STESSO PERDITE CHE NON CESSANO.
GRAZIE ANCORA.
[#3] dopo  
Dr. Giampietro Gubbini
44% attività +44
8 attualità +8
16 socialità +16
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Forse sarebbe importante fare una diagnosi corretta !Le consiglio una isteroscopia diagnostica ambulatoriale