Login | Registrati | Recupera password
0/0

Fastidio parte in basso a destra dell'addome

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Fastidio parte in basso a destra dell'addome

    Gentilissimi Dottori,
    sono un ragazzo di 21 anni, e da circa un mese ho un lieve fastidio nella parte bassa destra dell'addome (fossa idilliaca destra); il fastidio è costante, e aumenta la sua intensità dopo i pasti; inoltre la localizzazione delle fitte varia dall'altezza dell'ombellico fino all'inguine. Ultimamente sento anche un'infiammazione della parte interna superiore della gamba destra (si presenta in modo casuale).
    Premetto che sono stato visitato dal medico generico e da un gastroentereologo, e tutti e due hanno escluso un appendicectomia, dato che non mostravo nessun riflesso dolorifico nella palpazione dell'addome; sotto preiscrizione di quest'ultimo ho effettuato le analisi del sangue e delle urine, e in attesa di mostrargli il responso chiedo un vostro parere.
    Vi elenco i dati delle analisi:

    Glicemia 0,97
    Azotemia 0,33
    Transaminasi GOT 16
    Transaminasi GPT 15
    Gamma GT 12
    Amilasi 60
    Lipasi 115
    Sodiemia 142
    *Potassiemia 3,52 (3,60 - 5,50)
    Calcemia 10,1
    Sideremia 138
    Globuli rossi 5,92
    Emoglobina % 106
    Emoglobina gr 16,96
    Valore Globulare 0,90
    Globuli Bianchi 6200
    *Ematocrito 52,80 (40 - 52)
    VCM 89
    MCH 28,6
    MCHC 32,1
    *Neutrofili 53% (55 - 75)
    (?)Eosinofili 4% (1 - 4)
    Basofili 0%
    Linfociti 35%
    Monociti 8%
    Piastrine 210000
    VES 3,75
    Proteina C reattiva 3
    Ferritina 82,7

    Nelle urine invece sono stati trovati "alcuni cristalli di ossalato di calcio" e "rare cellule b.v.u."

    Vi ringrazio anticipatamente,
    Cordiali Saluti.




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 2797 Medico specialista in: Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Chirurgia generale
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2002
    Gli esami che allega ed i sintomi suggerirebbero di valutare l'apparato urinario probabilmente con un' ecografia. Auguri!


    Dottor Andrea Favara
    http://www.andreafavara.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Grazie mille per la risposta! Rapidissimi!
    Proverò a fare un ecografia.

    Cordiali Saluti.



  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve,
    vi scrivo dopo aver fatto ulteriori analisi.

    Il Gastroentereologo di fiducia non ha trovato nulla di anomalo nelle analisi del sangue; procedendo alla tastazione intestinale ha riscontrato solo aria, e mi ha prescritto una cura di Duspatal e Simecrin per due settimane.
    La cura non ha funzionato, difatti il fastidio all'addome destro è rimasto come prima.

    Qualche giorno fa ho effettuato anche un'ecografia addome completo che non ha riscontrato anomalie.

    Ribadisco che il fastidio (mi sembra di averlo identificato come infiammazione) si presenta generalmente nella parte bassa destra addominale, ma spesso si "sposta" sia superiormente (altezza ombellico), sia inferiormente (parte superiore della gamba), accentuandosi quando assumo alcune posizioni;
    aggiungo che a volte mi capita di avvertire il fastidio anche nella parte sinistra dell'addome.
    Inoltre è capitato che durante la defecazione ho sentito la parte interessata contrarsi ad ogni minimo sforzo.

    Detto questo mi viene da pensare a un'infiammazione dei nervi addominali, ma chiedo un vostro parere ed eventualmente un consiglio su che tipo di specialista contattare.

    Vi ringrazio.

    Cordiali Saluti




  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Aggiungo anche che negli ultimi giorni non sono regolare in bagno, e spesso le feci sono filiformi.
    Spero in un vostro parere.

    Saluti



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 2797 Medico specialista in: Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Chirurgia generale
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2002
    I sintomi sono molto aspecifici e difficilmente relazionabili tra loro, soprattut a distanza, credo che una re-impostazione da parte del suo medico di base, che potrà visitarla sia la cosa piu' utile . Auguri!


    Dottor Andrea Favara
    http://www.andreafavara.it

Discussioni Simili

  1. Disturbi intestinali mattutini
    in Colonproctologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 24/09/2009, 15:19
  2. Gonfiore addome destro
    in Colonproctologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13/12/2009, 21:27
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 12/01/2010, 15:23
  4. Fitte al colon?
    in Colonproctologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 07/07/2009, 14:53
  5. Colon...
    in Colonproctologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18/04/2010, 19:52
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896