Utente 114XXX
Gentili medici, avevo già usufruito del vostro servizio ed essendo rimasto soddisfatto, vi pongo un’altra questione che riguarda mia madre di 77 anni, in cura col Coumadin per fibrillazione cardiaca da 12 anni e sofferente di ipertensione arteriosa. Ha fatto degli esami di controllo ed i referti sono questi:
1. Ecocardiogramma: ventricolo sn di normali dimensioni con dissinergia settale tipo “A” e frazione d’eiezione conservata a riposo, estasia fibrosclerotica della radice aortica e dell’aorta ascendente con lieve insufficienza valvolare aortica, lieve insufficienza valvolare mitralica con dilatazione dell’atrio sn, severa insufficienza valvolare tricuspidalica con dilatazione delle sezioni cardiache di destra ed iniziale ipertensione polmonare.
2. Elettrocardiogramma: il responso è illeggibile tranne nelle conclusioni che si intravede a malapena che parla di alterazioni aspecifiche RV, segni di ipertensione polmonare ed insufficienza venosa
3. Radiografia torace: torace enfisematoso, con iperdiafania di fondo di entrambi i campi polmonari. Ipertrofia degli ili e rinforzo tramitico bilaterale in sede parailare, a componente vascolo-bronchiale, per quadro di BPCO riacutizzata, Fibrosi nodulare calcifica in intercleidoilare sn, quale reliquato di processi infiltrativi specifici di vecchia data. Gli emidiaframmi sono normo-conformati ed i seni costo-frenici liberi. L’ombra cardiopeduncolare è allargata alla base, per quadro di ipertrofia ventricolare sinistra e mostra una dolico-ectasia calcifica dell’aorta con inginocchiamento posteriore della porzione retrocardiaca della medesima; riduzione della loggia retrocardiaca. Si apprezzano pure gli esiti di frattura della sesta e settima costa di sn di vecchia data attualmente ben consolidate con buona formazione di callo osseo. Calcificazioni condro-costali multiple.
Ho volutamente omesso i valori riscontrati durante l'ecocardiogramma ma se servissero sono a disposizione.
Inoltre da alcuni mesi ha sempre le gambe ed i piedi molto molto gonfi. Vorrei chiarimenti e sapere come agire. Ringrazio anticipatamente per la cortesia. A presto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il quadro strumentale sembra deporre per una insufficienza cardio-respiratoria, con prominente problematica polmonare. La valutazione globale richiederebbe francamente una integrazione tra i dati strumentali riportati, quelli laboratoristici e soprattutto clinici, cosa nota solo al collega curante o allo specialista che ha in cura sua madre. Si consulti con tali personalità, vista la complessità del quadro patologico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per l'attenzione prestatami e per la sollecitudine. Spero che la poca attenzione verso tali problemi da parte del mio medico curante sia giustificata.