Utente 273XXX
Gentilissimi dottori,
scrivo per capire cosa mi succede.
Sto uscendo da un periodo un pò drammatico, la ricerca di un figlio, la fecondazione artificiale e ripetuti aborti. Ora sto facendo delle analisi per la poliabortività.
Mi sembra di star bene dal punto di vista emotivo, mi sento serena, ma tempo fa ho avuto delle crisi di ansia che sto curando con qualche goccia di lexotan al bisogno (prescritte dal medico.
Questo per spiegare il mio contesto.

Da un paio di mesi soffro di fastidi e doloretti alla schiena e al torace. a volte ho le scapole indolenzite, a volte sento dolori sotto le ascelle, altre volte piccole fitte allo sterno sia a riposo che sotto sforzo, a volte - e più spesso degli altri sintomi - quando mangio sento un dolore allo sterno di tipo trafittivo che arriva fino al dorso.
I dolori non si presentano tutti insieme ma ogni giorno o quasi c'è qualcosa. Inutile dire che mi preoccupo e mi agito.
Ci tengo a precisare che sono dolori lievissimi, tipo fastidi diffusi.
Non ho fatto chissà quali esami per questi disturbi,ma per accedere alla fecondazione in vitro ho fatto due elettrocardiogrammi, e sono stata visitata più volte dal medico che mi ha auscultato le vie respiratorie non riscontrando alcun problema.
A che cosa posso attribuire tutti questi fastidi? può essere solo l'ansia? oppure sono ascrivibili a una qualche patologia?

Grazie, un carissimo saluto
[#1] dopo  
Dr. Carlo De Michele
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Cara Signora, la sua situazione non mi sembra che mostri alcun segno di gravità oggettiva e ritengo che debba essere interpretata nell'ambito della complessità della sua situazione attuale. Penso che sia difficile tuttavia trovare una soluzione ai suoi problemi per mezzo di una comuniazione epistolare. Sarebbe opportuno valutare la sua situazione globalmente attraverso una visita ed un approfondimento che non può avvenire se non attraverso un rapporto diretto. Mi consideri a sua disposizione se lo riterrà opportuno.
Coriali saluti
dr. Carlo de Michele