Utente 130XXX
Maschio 42 anni peso 91 kg altezza 1.79, no sport, lavoro pubblico turnista h24 nel campo della sicurezza, nessuna patologia pregressa.
In seguito all'accertamento di picchi ipertensivi, il medico di base richiede ecografia arterie renali, surreni e reni, esito: entrambi i reni presentano dimensioni ed ecostruttura regolari con spessore parenchimale conservato e senza visibilità di formazioni litiasiche o di dilatazione caolico-pielica. non alterazioni strutturali in sede surrenalica. Arterie renali incompletamente esplorabili all'emergenza aortica per la sovrapposizione di meteorismo intestinale. Flusso vasale appare regolare in corrispondenza del decorso arterioso e dell'ilo renale bilateralmente con normali curve velocimetriche e senza visibilità di stenosi emodinamicamente significativa,flusso regolare anche in corrispondenza delle diramazioni arteriose intra-renali con visibilità di normali indici di resistenza.
Si segnala la presenza di dupplice arteria renale a sinistra.
A seguito di quanto sopra il medico di base richiede visita chirurgica vascolare.
In merito a ciò vi chiedo se la dupplicazione dell'aorta renale di sinistra può causare i picchi ipertensivi di cui soffro (max 100 su 174 in media 95 su 160)con frequenza di circa due picchi settimanali, pressione normale 80 su 135, secondo voi devo iniziare una terapia con farmaci da assumere ogni giorno?
Grazie della Vostra attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Massimiliano Zaramella
24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

la presenza di un'arteria renale accessoria è una variante anatomica che non è in alcuna relazione con un quadro di ipertensione.
cordiali saluti,
massimiliano zaramella
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo dottore la ringrazio per la solerte risposta