Utente 131XXX
Salve,
vi spiego in breve il mio problema:circa 10 giorni fa sono stata operata all'esofago.Attraverso una miotomia secondo Heller ed una plastica secondo Dor (in laparoscopia) hanno cercato di ridurre la mia disfagia ed il mio costante dolore toracico; sono infatti affetta da acalasia esofagea.Disfagia che si è di molto attenuata.
Una volta uscita dalla sala operatoria ho avuto una crisi di tachicardia sinusale con battiti/minuto fino a 160. Il cardiologo trovò la causa nella disidratazione e difatti attraverso l'impiego di alcune flebo idrolitiche la situazione è rientrata nei parametri normali fino alla notte successiva in cui una nuova crisi di tachicardia mi ha costretta a ripetere il ciclo di 3 flebo di idrolitiche.Nei giorni seguenti benchè i battiti siano restati sempre alti ( 90-100 al minuto) la situazione è apparsa non preoccupante,così sono stata dimessa.
Da 5 giorni a questa parte però la situazione si è capovolta,ho iniziato infatti ad avvertire costanti giramenti di testa,spossatezza e saltuarie extrasistole.Mi sono recata per 2 volte in farmacia e in entrambi i casi la pressione era 120/70 ma i battiti erano una volta 62 al minuto e l'altra 57.
Mi hanno consigliato di acquistare il misuratore di pressione da polso e di misurare la pressione ed i battiti quando e e se avessi sentito il ripresentarsi della spossatezza e dei giramenti di testa ed una volta i battiti erano in tal occasione 56 e l'altra volta (ma ero a letto) 52.
La cosa che mi allarma un po' è che mai prima d'ora avevo avuto tali valori ( di solito sempre battiti tra 70 ed 80 al minuto) ed ora dopo l'intervento oltre a sentirmi sempre fisicamente a terra avverto questa spiacevole sensazione del cuore come se perdesse un battito.
Spesso tale sensazione l'avverto quando sto per addormentarmi,come se andassi in apnea.Non so dire come il mio fisico reagisca sotto sforzo perchè a fatica riesco a fare le scale.
Vi informo inoltre che in passato ( a causa dei continui dolori toracici poi imputati all'acalasia) feci già alcune visite cardiologiche tutte comprensive di ecg ed ecocardiogramma che non avevano rilevato nulla al di fuori della norma ( se non un soffio al cuore ed una valvola un po' più grande del normale) ed un ecg da sforzo risulato negativo.
Vi chiedo così un parere,dato che il mio medico attualmente è in ferie e dovrei aspettare ancora alcuni giorni per poter parlare con lui.
Altre informazioni utili: ho 24,non fumatrice; a causa della mia malattia sono molto debilitata ( ho perso 12 kg in 2 mesi e sono 6-7 kg sotto peso) inoltre nelle ultime analisi del sangue ( fatte prima della dimissione) avevo la glicemia a 53 ed la sideremia a 50,entrambi un po' bassini.Ma mi hanno detto di non preoccuparmi xchè avrei recuperato presto i valori una volta ripreso ad alimentarmi correttamente.
Grazie per l'attenzione e spero possiate darmi dei consigli utili.
Cordialmente


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, è troppo recente il suo intervento chirurgico da non ritenere i fenomeni da lei descritti, come un normale riassestamento delle funzioni organiche e soprattutto elettrolitiche del suo organismo. Trattasi di fenomeni comunque benigni e privi di un effettivo significato patologico, a breve vedrà che tali disturbi andranno ad attenuarsi fino a scomparire.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per il consulto.La sintomatologia infatti si è risolta spontaneamente già da qualche gorno.