Utente 141XXX
SALVE SONO UN RAGAZZO DI QUASI 25 ANNI, DICO QUASI PERCHE LI COMPIO TRA TRE MESI, HO UN PROBLEMA PERO NON RIESCO A CAPIRE SE E EIACULAZIONE PRECOCE O NO. VI SPIEGO: MI E CAPITATO GIA PER BEN DUE VOLTE DI EIACULARE SENZA PERO SENTIRE NULLA NEL SENSO CHE IL MIO PENE RIMANE SEMPRE NELLA FASE DI ECCITAZIONE E CAPACE DI CONTINUARE A PENETRARE. IO DI SOLITO NON VADO SUBITO ALLA PENETRAZIONE MA FACCIO ALMENO UN'ORA DI PRELIMINARI DOVE CI SONO BACI STROFINATINE E ALTRO, PERO RIESCO A CONTROLLARMI PERFETTAMENTE, NON APPENA IL PENE INIZIA A PENETRARE PASSANO NEANCHE DUE MINUTI E MI SUCCEDE DI EIACULARE PERO SENSA RAGGIUNGERE L'ORGASMO E QUINDI RIMANENDO ANCORA IN FASE DI ECCITAZIONE. COSA E? DA COSA E CAUSATO, A VOLEVO DIRVI ANCHE UN ALTRA COSA ANCHE SE NON SO SE SIA PERTINENTE, IO MI MASTURBO POCCHISSIMO DIRE UNA VOLTA OGNI DUE MESI PER RENDERE L'IDEA.SPERO DI ESSERE STATO CHIARO E VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
si tratta di valutare anzitutto se quello che esce è veramente sperma o altro (liquido preeiaculatorio) e se si tratta di sperma capirne le cause (fisiche o psicologiche). Ma serve un colloq1uio dal vivo non via e.mail. Senta un collega e faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
GRAZIE DOTTORE PER LA SUA RISPOSTA, MA COME POSSO CAPIRE SE E SPERMA O NO?
GRAZIE ANCORA
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Questo lo dobbiamo capire noi nel corso della visita: es. le sensazioni che ha quando esce, sono le stesse che ha quando eiacula con la masturbazione?
[#4] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
NO DOTTORE LE SENSAZIONI NON SONO LE STESSE, DICIAMO CHE NON SENTO NULLA IN CONFRONTO A QUANDO MI MASTURBO.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Appunto, allora estragga il pene dalla vagina al primo sintiomo di quello che lei chiama eiaculazione e veda se non sta uscendo liquido trasparente "come acqua di roccia".
[#6] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
dottore ho fatto come mi ha detto lei e mi sono accorto che e meno denso e piu liquido rispetto allo sperma che esce durante la masturbazione e poi e di colore piu chiaro quasi trasparente mentre di norma e giallogniolo. cosa puo essere? grazie ancora per la sua cortesia
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Allora, a naso, è liquido preieiaculatorio, secreto in fase di eccitazione nelle persone emotive/ansiose/nervose/stressate (veda lei l' aggettivo che va bene, tanto sono sinonimi) e secreto da prostata e ghiandole uretrali. Questo è un parere di massima, che va confermato con vidsita dal vivo, lo ricordi.
[#8] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
grazie dottore. ma ce rimedio si puo fare qualcosa?
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
se è secreto uretrale no a meno che non ci sia infiammazione in atto pouichè e fisologico, se è eiaculazione precoce (A NASO, SOLO A NASO è LA PRIMA) si.
[#10] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
quindi dottore lei pensa a naso che sia la prima, e che quindi dovrei stare piu rilassato? ma se fosse invece eiaculazione precoce cosa mi consiglierebbe di fare, che metodo dovrei adottare? grazie ancora
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
forse non ci siamo capiti: a naso direi che la sua non è eiaculazione precoce, bensi una fuoriuscita diu liquido prespermatico dovuto a fenomeni ansiosi o più raramente infiammatori. Di questo non posso essere sicuro via e.mail, il che è ovvio, senta un collega dal vivo per una diagnosi di certezza.