Utente 140XXX
Salve

vorrei chiedervi;
1)ma è probabile che se i segni lasciati dalla cne sono cicatrici diciamo non profonde ci sono maggiori possibilità di risulati, utilizzando tecniche di needling o laser??

2)reputate il laser PIXEL CO2 frazionato un laser idoneo a trattar le cicatrici dell acne?? cosa cambia dal pixel co2 frazionato al co2 frazionato?
grazie e saluti
[#1] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
il laser frazionato CO2 (qualsiasi sia la denominazione commerciale) rappresenta uno strumento efficacissimo nel ridurre le cicatrici da acne e simili esiti cicatriziali quali macchie etc.
meno sono profonde le cicatrici e più i risultati sono evidenti con il frazionato CO2.
saluti
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore..

Il needling e paragonabile come efficacia??
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sicuramente il needling detiene una efficacia molto elevata; non si possono fare paragoni, poichè ogni caso e a sé ma la costanza di significativi risultati è mantenuta.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#4] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
nella pratica alcuni pazienti li seleziono direttamente per il needling altri li indirizzo verso un resurfacing laser frazionato (o non ), a seconda del singolo caso.
il frazionato sicuramente rappresenta una tecnica molto più raffinata e precisa del needling, ma anche quest'ultimo è abbastanza efficace
saluti
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ogni paziente fa sempre caso a sè: ogni cicatrice (ice pick, box car, rolling: onguna di queste variabile in dimensioni, età e tipologia di cute) risponde a trattamenti precisi: consulti il dermatologo e vedrà che sceglierà per il meglio e per uno di questi efficaci trattamenti.

ad oggi nuovi tipi laser Q-switched sono in grado di trattare le cicatrici post acneiche con risultati significativi: tutto ciò per dire che molteplici e in continuo divenire le variabili possibili.

se vuole avere qualche dato in più può leggere il personale articolo su questo tema all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=46600

o sul Q-switched Laser

http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=36

cari saluti

Dott. LAINO, Roma

[#6] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottori..
vi ringrazio davvero per la vostra disponibilità e per le vostre informazioni.

Se sono in corso di terapia con isotretinoina(aisoskin) l'unico approccio terapeutico in contemporanea per le cicatrici puo essere solo il needling?(sempre ammesso ovviamente che il dermatologo sia daccordo ecc..)
o magari sempre ed esclusivamnete solo in linea teorica; anche la luce pulsata ipl con manipolo specifico può essere presa in considerazione in contemporanea con l'isotretinoina? quantomeno per l'infiammazione ancora estesa al volto(lesioni acneiche come pustole o cisti non ci sono piu)

quello su cui non riesco ad avere chiarezza appunto; e se sempre teoricamente parlando posso affrontare qualche tipo di terapia estetica oltre al needling( laser frazionato,laser Q-switched,peeling, luce pulsata ecc....)in contemporanea con l'assunzione di isotretinoina; solamente per non dover aspettare perforza di cose ancora tantissimo tempo per cercare di migliorare l'aspetto della pelle; sempre ricordando appunto che il needling rappresenta gia una ipotizzabile strada, ma magari se ce ne sono anche altre...tanto da essere informato.

grazie se vorrete ancora darmi consiglio su questo mio dubbio.
Saluti
[#7] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
Personalmente ho trattato gli esiti cicatriziali con il needling in passato, oggi preferisco utilizzare il laser frazionale ablativo co2 in quanto grazie all'effetto termico offre maggiori vantaggi e la considero la metodica che offre le magiori soddisfazioni in meno sedute.
Tuttavia nel suo caso specifico, se è in trattamento con isotretinoina orale dunque è ancora affetto da acne certamente non lieve,
questo da solo basterebbe a sconsigliare qualunque trattamento per esiti cicatriziali al momento.
Conviene effettuare correttamente la terapia e poi non prima che siano trascorsi almeno sei mesi dal termine della stessa ricorrere a metodiche come quelle prese in esame.
Cordiali saluti