Utente 143XXX
Salve,
ringrazio anticipatamente chiunque mi aiuterà per questo mio problema,o almeno proverà ad aiutarmi.Sono circa 2 anni che soffro di acne giovanile.è iniziata quando ho avuto un brusco blocco del ciclo che è riapparso miracolosamente 1 mese fa,non portando miglioramenti al mio viso.il problema dell'acne mi turba soprattutto psicologicamente,è il mio primo problema da 2 lunghi anni e sono al corrente che,visto che si tratta di acne giovanile,di certo non passerà da un giorno all'altro.vorrei solo che andasse un pò meglio...vorrei non aver continuamente grosse pustole su tutto il viso.raramente ho periodi ottimi per la pelle(l'estate)ed è l'unico momento in cui non devo preoccuparmi.da un anno e mezzo vado da un dermatologo che ha tutta la mia fiducia...xò sembra che ciò che mi da per la pelle peggiori solo le cose.è qualke mese che uso mattina e sera un detergente chiamato D-SEB e un antibiotico chiamato ZINERYT,da pochi giorni alternato al BENZOLAIT 10.risultati? peggio di prima...gli unici momenti in cui sono stata bene sono quando ho usato il minocin(che ora evito perchè è comunque un antibiotico) e il sapone allo zolfo(comprato da me e sconsigliato assolutamente dal mio dermatologo).quindi mi rivolgo a voi sperando di riuscire a risolvere almeno un pò il mio problema di acne...sono arrivata al punto di non poter mettere il fondotinta tanto non serve a niente.potete consigliarmi qualche crema,anche antibiotici che possano aiutarmi?mi rendo conto che dovreste vedere la mia pelle...però è una semplice pelle grassa con acne giovanile di media importanza.se servirà riprenderò il minocin...però prima voglio assicurarmi che niente possa migliorarmi tale situazione.ripeto:non voglio la pelle delle attrici,mi basta solo migliorare un pò il problema.attendo una vostra risposta...vi ringrazio tanto.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,

una semplice considerazione:

la sua non è più una acne giovanile, in virtù della età che leggo, ma un'acne che si prepara ad essere di tipo "tardivo".

In questi casi e soprattutt nel sesso femmiline la diagnosi deve essere improntata ad una migliore comprensione delle eventuali associazioni ormonali e internistiche:

LA diangosi che dovrà fare dal dermatologo dovrà quindi comrpendere questa strada e dovrà seguire quello che ad oggi si chiama "algoritmo diagnostico terapeutico per l'acne" che segue pedissequamete i dettami della "global alliance" per l'acne.

Tutto questo per sintetizzare che la visita dermatologica rimande presidio fondamentale poichè ad oggi l'acne di ogni genere e tipo si deve curare con successo.

carissimi saluti

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 143XXX

Gentile Dottore,
ho fatto molte analisi e infine è risultata acne giovanile,visto che tutto è regolare.mia madre ha avuto acne di questo tipo fino a 24 anni...che mi è stata ulteriormente diagnosticata dal dermatologo attuale.la ringrazio ugualmente per avermi risposto.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

non per dissentire da quello che ha ascoltato, ma si parla di acne giovanile fino a 18 anni: in seguito si parla solo di acne tardiva ed è proprio questa che necessita di approfondimenti, mentre per la definizione (acne giovanile, acne tardiva) non serve alcuna analisi.

Spero che le sia più chiara questa importante differenza.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it