Utente 141XXX
Salve cari dottori...
sono un ragazzo giovane(vergine;mai avuto rapporti di alcun genere)...da qualche giorno a questa parte ho 2 chiazzette picole bianche(sottili)sulla parte superiore del glande..e toccandole si sfanno tipo pellicine...però non ho alcun genere di dolore o prurito ma solo questa"pelle morta"..cosa potrebbe essere??..distinti saluti..
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi pare che la sua domanda sia più adatta alla dermatologia, giro il consulto la.
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Anche se eventi di questo tipo sono possibili in assenza di particolari situazioni patologiche, per sua tranquillità le consiglio una visita dermatologica in caso di persistenza o di ricorrenza del problema. Impossibile dire di più in via telematica.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Salve,
nelle aree genitali, pur in assenza di attività sessuale che possa giustificare traumi o contagi anche di tipo solo batterico (per quanto sia messa molto in discussione la possibilità di una infezione batterica delle mucose genmitali maschili)le irritazioni di tale sede anatomica sono molto frequenti, vuoi per una non corretta igiene, vuoi per situazioni favorenti tipo un prepuzio sovrabbondante che causa ristagno di urine ecc.
Come giustamente detto dal collega precedente, una visita dermatologica la aiuterà sia a risolvere il quadro, sia ad insegnarle la gestione quotidiana dell'igiene genitale effettuata nel modo corretto, il che non significa che lei possa avere una scarsa igiene, intendiamoci, ma piuttosto ce la effettui con modalità non congrue.

Un caro saluto

Mocci
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

posso solo dirle di vicnere ogni timore e di recarsi presso lo specialista dermatologo venereologo che con chiarezza potrà fare una diagnosi corretta del suo caso: non applichi nel frattempo alcuna terapia fai-da-te.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma