Utente 145XXX
Salve, chiedo di poter avere una qualche informazione per cercare di capire quale strada intraprendere oltre a quelle gia utilizzate per venire a capo sul mio problema. Ho 39 anni attività sessuale nella norma, ho già sofferto in passato, circa una decina di anni fa di emospermia causata da prostatite, curata con antibiotici, oltretutto vari tentativi prima di risolvere il problema. Ora mi capita di tanto in tanto di ritrovare sangue nello sperma, a volte appena visibile a volte più intenso. Il fenomeno non è continuo, posso rimanere senza fenomeno per 2/3 mesi poi per un mese si presenta diverse volte. Ho notato nel profilattico che quando capita questo fenomeno è presente una specie di filamento gelatinoso. Mi è anche capitato che questo filamento mi provocasse un fenomeno di iniziale occlusione nell'uretere con fitte fino all'eaculazione, prima e dopo nessun sintomo (bruciore, dolore) nulla. a mio avviso la facilità di presenza di sangue si accentua nei rapporti più brevi, possibile? Il medico mi ha detto che probabilmente si tratta di fenomeni legati al rapporto stesso, ma sinceramente non ci credo molto, sono in attesa di un consulto urologico, ed avevo pensato di fare uno spermiogramma prima di recarmi.
Se potesse essere così gentile da darmi un suo parere.
Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'emospermia e' un sintoma e non e' detto che la genesi sia sempre la stessa.Esegua una spermiocoltura,una urinocoltura e la porti con se' quando andra' in visita specialistica.Ci aggiorni,se ritiene.Cordialita'