Utente 147XXX
Salve, circa 10 mesi fa ho iniziato a percepire un dolore interno alla gola come di avere qualcosa a sinistra. Ho fatto numerose eco collo, gastroscopia, rsm collo e rachide cervicale dove non è emerso altro che ho una tiroidite di cui ero già a conoscenza. Poi è stato pensato che fosse la tonsilla e al quinto otorino (terza videolaringoscopia) è venuto un dubbio e mi ha fatto fare una radiografia delle mastoidi.
Questo il risultato del referto:
"Considerato il quesito clinico (valutazione lunghezza processo stiloideo)l'indagine è stata integrata da proiezioni C1-C2: Accentuato sviluppo dei processi trasversi di C1, a sinistra si rivela processo stiloideo un po' allungato il cui apice superadi poco l'arco anteriore dell'atlante, non apprezzabile a destra.
Lieve inclinazione del dente dell'epistrofeo verso dx.
Data la sintomatologia riferita dalla paziente ed i limiti della metodica tradizionale nello studio della regione, per una più completa valutazione è opportuno approfondimento diagnostico ( e rsm)."
L'otorino mi ha mandato da un ortopedico, anche perchè avendomi messo un dito in gola per capire dove fosse il dolore, lui mi ha detto che è all'altezza delle vertebre.
L'ortopedico ad oggi mi ha dato una cura a base di integratori e nimesulide ma con scarsi risultati ( si è attenuato un pochino il dolore).
Ad oggi sento un dolore persistente all'altezza della tonsilla sinistra che si irradia anche alla tonsilla palatina e alla lingua e lungo il collo interno a sinistra. Persistente la sensazione di avere qualcosa in gola.
L'otorino mi ha anche detto che in alcuni casi si opera per eliminare l'allungamento.
ho bisogno di indicazioni.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
TRIESTE (TS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
la sua problematica non è di facile soluzione.
Esiste la "Sindrome di Eagle", che può essere facilmente rintracciata in letteratura specialistica, proprio specifica e relativa al processo stiloideo.
La diagnosi differenziale, tuttavia, non è così semplice. Prima di ricorrere ad una soluzione chirurgica, non sempre risolutiva, è opportuno esplorare ogni possibile alternativa, eventualmente consultando diversi specialisti.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott. Miotti,
quali potrebbero essere i diversi specialisti da consultare, perchè io già girato vari specialisti.
Grazie
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
TRIESTE (TS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
potrà rivolgersi all'Otorinolaringoiatra, anche se ha già effettuato una visita specifica, ed al Chirurgo Maxillo-Facciale.
Spesso è utile il parere di un Ortopedico, per escludere componenti muscolo-scheletriche cervicali.
La presenza di un processo stiloideo allungato è assai comune e non è di per se una patologia: Nella maggioranza dei casi, poi, è asintomatico.
Proprio per questo è importante escludere altre cause dei sintomi da Lei descritti, per evitare un intervento che potrebbe essere inutile.
Cordiali saluti