Utente 108XXX
Ho eseguito uno spermiogramma e vorrei capirci di più sull'esito:

Età: 49 anni

Periodo astinenza: 5 gg

Quantità: 1.1 cc
PH: 7.5
Aspetto: lattiginoso, vischioso, biancastro
Viscosità: normale

ESAME MICROSCOPICO:

Nemaspermi per mc: 73000
1) con vivace mobilità: 50%
con scarsa mobilità: 30%
immobili: 20%
2) dopo 2 h
con vivace mobilità: 35%
con scarsa mobilità: 40%
immobili: 25%
3) dopo 6 h
con vivace mobilità: 0%
con scarsa mobilità: 15%
immobili: 85%

CONFORMAZIONE:

Forme teste ovali: 40%
Forme teste appuntite: 40%
Forme teste arrotondate: 20%
Forme a 2 teste o 2 code: 0
Forme teste ipertrofiche: 0
Forme teste ipotrofiche: 0
Forme teste amorfe: 0

Resto in attesa di delucidazioni,
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,alla Sua eta',puo' ritenersi abbastanza soddisfatto, in quanto lo spermiogramma
non e' male.Va da se' che questi parametri vadano rapportati con la diagnosi ginecologica e,soprattutto con quella andrologica,oltre,ovviamente,al tempo da cui cercate un figlio ed all'eta' della partner.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il volume è basso, inoltre tale spermiogramma non sembra essere stao eseguito secondo normew WHO 1999. Lo ripeta in laboratorio che segua quella norme, e sia gentile ci dica per cosa lo ha fatto. Da quello si interpreta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

purtroppo il suo esame non sembra essere stato eseguito in laboratorio dedicato e i tipi di motilità indicati non sono quelli accettati dall'OMS.

A questo punto le consiglio di ripetere l'esame del liquido seminale, possibilmente presso un laboratorio che segua le indicazioni date dall' Organizzazione Mondiale della Sanità.

Fatto l'esame poi a ruota bisognerà consultare un andrologo, esperto o specializzato in patologia della riproduzione umana, che valuterà in diretta la sua situazione clinica complessiva .

Un cordiale saluto.