Utente 354XXX
Salve da qualche mese sono fidanzato con una ragazza,entrambi abbiamo 32anni, e lei vuole che il nastro sia un rapporto casto,votato al principio etico che la chiesa comanda.
Premesso che il mio modo di vivere la sessualità è molto aperto e non conodivido in alcun modo questo suo,e della chiesa,modo di vivere l'amore
in modo completo,volevo cmq chiedere se,vista l'età 32quasi33,un prolungato periodo di fidanzamento-casto,diciamo 2-3anni può in qualche modo provocarmi problemi,se non quelli di frustazione che già ora provo.
Anni fa inoltre,avevo 24 anni,ho subito un'intervento di fimosi,dopo il quale ho sempre tenuto sotto controllo il nr e la mobilità degli spermatozoi,e nel corso del tempo in momenti di strss ho avuto anche cali del numero,anche se l'ultimo controllo di qualche mese fa erano 108milioni.

Grazie per il servizio che offrite e per le risposte che riceverò

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente.
la prolungata astinenza sessuale potrebbe infimmare leggermete la prostata
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
non credo possa avere danni al suo apparato genitale per l'astinenza .
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 35433,

anche la chiesa suggeriva ai diaconi, canonici e religiosi ossessionati dal voto di castita' di ricorrere talora alla masturbazione vista come modalità di temperare desideri meno consoni al dettato cattolico.
La masturbazione deve essere vista come una modalità fisiologica per "scaricare" i prodotti delle ghiandole sessuali accessorie , quindi non deve essere vista come "colpa". Colpevole può essere considerato il perchè ci si masturba; basterebbe non associarla a pensieri turpi, sconvenienti o immorali
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Volevo complimentarmi col Dottor Pozza per la bella e molto delicata risposta, soprattutto riguardo ad un argomento così spinoso

Daniel Bulla
[#5] dopo  
Dr. Simone Cigni
28% attività
0% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Caro Dr Pozza,

non vorrei che venisse fatta disinformazione perchè nel Magistero della Chiesa Cattolica non compaiono affatto tali "consigli". La scomvenienza di tali atteggiamenti nell'ambito cattolico deriva da una visione dell'unione sessuale che si identifica con la possibilità procreativa dello stesso (e si badi bene ho detto "possibilità" e non "obbligo"). Da ciò deriva tutto il resto.
Sono concorde col Dr Mallus. Non penso che vi siano possibili danni sull'apparato genitale. Fisiologicamente non è infatti così. E nessuna ghiandola ha bisogno impellente di "scaricarsi".
Invito l'utente a rispettare le scelte della fidanzata che sono molto più degne di quanto possa sembrare a molti. Cercate piuttosto di trovare momenti di discussione serena su queste cose e, sapendo confrontarvi e rispettarvi troverete sicuramente le motivazioni necessarie a sostenere il vostro rapporto. L'amore tra 2 persone non è basato solo sul sesso ma anche su altre fondamentali componenti.
I sacerdoti e anche molti laici fanno scelte simili e nessuno ha mai riportato conseguenze fisiche a seguito di ciò.
Un caro saluto a tutti voi