Utente 155XXX
Buongiorno. Ieri sera ho avuto un rapporto con una prostituta. A metà del rapporto, dopo una penetrazione un po' più decisa, io e lei abbiamo sentito che il preservativo si è rotto. Appena sentito che il preservativo si stava lacerando ho estratto immediatamente il pene (anche lei mi ha spinto fuori quasi subito). La lacerazione er minima e sulla parte anteriore (in corrispndenza dellla parte superiore del glande). Ora sono nel panico. La ragazza, all'inizio mi è sembrta preoccupata, poi , dopo aver visto la mia paura, si è tranquillizzata. Sono terrorizzato. Sono a rischio di malattie veneree (aids, sifilide...) o considerando l'immediatezza dell'estrazione del pene, posso stare tranquillo?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Diciamo che minore è il tempo di contatto, minori dovrebbero essere le possibilità di un ipotetico contagio.
Consiglierei comunque di effettuare, fra circa 20 giorni, le sierologie per la sifilide e, fra 3 - 4 mesi, gli esami per HIV ed epatiti. Per le altre eventuali patologie, in mancanza di sintomi dovrebbe esserci mancanza di patologia. SE vuole, comunque, visita dermatologica fra qualche mese.
Questo in estrema sintesi e per sua estrema sicurezza. In tutto questo periodo rapporti protetti, sempre e comunque, anche quando non mercenari.

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta.Certamente mi sottoporrò agli esami.Nonostante l'estrazine del pene sia stata immediata e lo squarcio sul preservativo molto piccolo la percentuale di rischio continua ad essere alta?La ragazza mi ha detto che ha solo rapporti protetti con i clienti. Mi scusi ma sono molto spaventato.
Luigi
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Come le ripeto, il rischio è anche proporzionale al grado di esposizione. E' molto probabile che lei non abbia contratto niente, se non un grande spavento, ma in ogni caso gli esami con la tempistica che le ho consigliato, sarebbero assolutamente consigliabili.

saluti

Mocci
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
LA percentuale di rischio non è presumibile ma presente in virtù del partner ad alto rischio per malattie sessuali.

Il controllo venerologico e gli esami si rendono molto utili per la sicurezza e tranquillità.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma