Utente 345XXX
Egr. D.ri.,
ho 48 anni, sono affetto da 10 anni da Morbo di Crohn, assumo da anni Mesalazina cps 400mg 2x3.
Con mia moglie (37 anni) stiamo tentando da circa 3 anni di avere un bimbo.
Ad oggi, i nostri tentativi non hanno avuto successo.
Premetto che mia moglie, a seguito di visita ginecologica e test, risulta NON avere problemi che impediscano una gravidanza.
Io ho eseguito diversi esami del liquido seminale (almeno 4) e in tutti si sono evidenziati dei problemi.
Però, sembrerà strano ma, nonostante i consulti (5 incontri) presso un “famoso luminare” che sostiene congressi in tutto il mondo, non sono ancora riuscito a capire se la situazione del mio liquido seminale mi permette di avere figli, oppure se è completamente disastrosa e/o se ci possono essere rimedi medici per migliorare la mia situazione spermatica.
In accordo con mia moglie abbiamo abbandonato la strada del “famoso luminare” che durante le sue visite (private) ci concedeva 10 minuti di tempo durante i quali si “infastidiva” se ci “permettevamo” di fare qualche domanda…….si limitava ad osservare gli esami,….me ne prescriveva degli altri (ovviamente urgenti e a pagamento con l’urgenza presso il laboratorio del Centro di cui è direttore),….pagavo e…arrivederci alla prossima.
…scusatemi per questa nota polemica…..
Ci siamo rivolti, allora ad un medico Andrologo che mi ha fatto provare della Bio-Arginina per circa 6 mesi (che io ho assunto in maniera non molto costante) e, dopo una pausa di circa 20gg. dall’ultima assunzione di Bio-Arginina, ho eseguito l’esame del liquido seminale che ha dato i risultati di seguito indicati:

Astinenza: 4gg
Aspetto: Proprio
Volume: 1,3 ml
Spermatozoi: 36,0 mil/ml
Spermatozoi tot.: 46,8 mil

Motilità (%)
A- prog. rapida: 28
B- progressiva: 32
C- non progressiva: 4
D- assente: 36

Vitalità: 74%
Swelling test: 74%
Anticorpi seminali: Negativo
Anilina test: 70%
Test di condensazione: 68%
Integrità Cromatinica: 56%
Fluidificazione: completa
Granuli: assenti
Viscosità: normale
pH : 7,6
Round Cells: 0,4 mil/ml
Emazie: 1,4 mil/ml
Leucociti: N.V.
Cell. di sfaldamento: +---
Agglutinazioni: ----
Cellule geminali spermatiche: N.V.

Morfologia (Kruger):
forme tipiche: 16%
forme atipiche: 84%
macrocefali: 0
microcefali: 0
anomalie dell’acrosoma: 6
teste allungate: 6
teste appuntite: 4
teste doppie: 2
angolazioni collo: 32
immaturi: 8
code attorcigliate: 0
code doppie: 4
altre forme: 20

Conclusioni:
Ipoposia, Emospermia, Normozoospermia, Alterazione dell’integrità Cromatinica.

Vi segnalo che negli esami precedenti
l’Integrità Cromatinica era oltre il 70% (nella norma)
le Emazie erano di circa 0,5mil/ml (nella norma).

Di contro, però, avevo una
Motilità molto più bassa (inferiore alla norma).

A questo punto chiedo a Voi una considerazione sulla mia situazione in merito alla possibilità di avere figli ed un Vs. cortese consiglio su cosa sia possibile fare per migliorare la situazione generale e specifica.
Ad esempio, mi chiedo, prima di dover valutare eventuali soluzioni non naturali per poter fecondare l’ovulo, se esistono dei prodotti che possano migliorare la situazione del mio liquido seminale?!
Se esistono questi prodotti, …hanno delle controindicazioni ?!

Ringrazio fin d’ora per tutte le risposte e i suggerimenti che vorrete cortesemente inviarmi.
Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che la bio-arginina,storico coadiuvante nella terapia dell'infertilità maschile (e non solo),abbia un ruolo as-
solitamente accessorio nelle modifiche evidenziate dal Suo spermiogramma successivo ai ben 6 mesi di terapia.Credo che possano avere maggiore rilievo l'eventuale cambiamento di laboratorio,oltre che la fisiologica deviazione standard di ognuno di noi per quanto riguarda i parametri seminali,particolarmente legati al numero degli spermatozoi.La fertilità,o infertilità,maschile in rari casi può racchiudersi in uno spermiogramma,per cui sarebbe utile conoscere le Sue condizioni prostatiche (in relazione alla relativamente scarsa quantità di liquido seminale prodotto) e delle ghiandole accessorie (presenza di emospermia microscopica).Le ricordo che con gli anni é fisiologica una riduzione della capacità fecondante del maschio.
Circa la terapia e gli eventuali effetti collaterali consulti l'Andrologo che Le dedica maggiore attenzione...
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Pierluigi Izzo
[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2007
...quindi, se capisco bene, lei pensa che il laboratorio non abbia eseguito bene le analisi?!...
...il fatto è che questo e già il quarto spermiogramma che eseguo sempre presso lo stesso laboratorio, proprio per evitare eventuali differenze strumentali di valutazione.....
....quanto lei mi dice in merito alla prostata, può avere un nesso con il fatto che, in alcune occasioni, al termine della avaquazione con eventuali piccoli sforzi, dal pene escono delle perdite di liquido vischioso che assomigliano allo sperma.....!?!?

...devo preoccuparmi?!
...cosa devo fare?!

Grazie
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Signore,aldilà della valutazione statistica dello spermiogramma,che comunque non mi sembra disastroso,credo che sia opportuno che si sottoponga ad uno studio ecografico della prostata e delle vie seminali,condotto per via rans-rettale,nonchè delle logge renali.La spermatorrea da sforzo durante la defecazione può essere un sintoma di una congestione o ipertrofia della prostata, che,ricordo,produce circa il 40% del liquido seminale.In attesa di buone notizie,La saluto cordialmente.
Dr. Pierluigi Izzo