Utente 155XXX
salve dottore.. si è ancora intubato.hanno tentato di spegnere la macchina ma resiste 10-15 minuti e l'ossigeno con la mascherina non è suffciente.è normale?ha momenti di lucidità tipo oggi e momenti di non lucidità tipo ieri che voleva chiamavamo fuori per falo uscire dall'ospedale perchè li lo stavano facendo morire ed alle 16 voleva essere chiamato per avere notizie.vorrei tanto gli levassero questo tubo....
poi dice che è stanco,sicuramente soffre,tutto il giorno solo poverino.. che sofferenze sta e stiamo passando.
grazie sempre

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, non c'è bisogno di creare un nuovo post ogni volta per lo stesso caso, continui pure su questo.
Ci vuole tempo e pazienza, ma ci arriverà, in alternativa potrebbe rendersi utile una tracheostomia anche se temporanea. Per il resto lo sa già che sia il disorientamento sia la stanchezza per il ricovero possono disorientarlo, ma tutto qui...
saluti
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore,scusi ma non sapevo come si faceva.volevo sapere ma in quali casi si effettua la tracheotomia?comunque oggi arrivando in ospedale abbiamo ritrovato mio nonno di nuovo sedato purtroppo,ieri era molto nervoso e diceva di non sentirsi bene.nel pomeriggio di ieri la dott.ssa mi ha detto che l'hanno dovuto sedare perchè hanno avuto problemi con il suo repsiro ed adesso è decente e gli si è abbassata la pressione che per adesso è nuovamente mantenuta dai farmaci e gli fanno pure il medicinale per il cuore che ieri hanno trovato molto affaticato a causa del non poter respirare bene.sono normali questi casi?come mai sarà successo?la candida c'è ancora.. quanto tempo richiede di solito un fungo per scomparire?è un pochino diminuita,i focolai sono più piccoli però c'è sempre.forse sarà questa che non lascia libero il polmone di respirare.pensa mi conviene consultare il pneumologo del sito?
mi spieghi un pò dottore..
grazie sempre tante
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
La tracheotomia si effettua perchè a lungo andare potrebbero esservi dei danni per una eccessiva permanenza del tubo. E comunque una volta fatta si può provare a svegliare il paziente. Questi infatti tollera molto meglio, soprattutto da sveglio, una tracheo che il tubo in bocca. Alti e bassi possono esserci durante una degenza in Rianimazione. Il fatto che i focolai si stiano riducendo depone bene ma ovviamente prenda le mie parole con le "molle" perchè io seguo attraverso lei e non direttamente il caso. E chiaro che finchè il polmone è un po compromesso non si raggiungerà una situazione ottimale per togliergli il tubo, ma consideri anche che se il cuore non è in buone condizioni questo può influire sulla ripresa di una buona respirazione e pregiudicare la permanenza del tubo. Se vuole può consultare qui qualsiasi specialista ma sappia che in terapia intensiva generalmente siamo noi anestesisti rianimatori che ci occupiamo soprattutto dei problemi respiratori.
saluti
[#4] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve,grazie sempre.oggi vediamo quali altre notizie avremo.. il tubo è ancora in bocca.ma ci sono tempi per tenere un paziente in rianimazione o uno può stare quanto necessita?
grazie
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Salve! Può stare quanto necessita, non si preoccupi, non sfrattiamo nessuno! :-)
a presto
[#6] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve,meno male.oggi i dott. hanno detto che lunedì gli si è chiuso il polmone e non ha più respirato e sicuramente era molto agitato e l'avranno risedato,giusto?poi questi ultimi giorni era molto sveglio e non faceva altro che dire che se ne voleva andare,che li lo facevano morire,calunia pure la barba fatta dagli infermieri ed un taglio fatto a causa di quest'ultima.voleva andarsene ed era troppo nervoso.questo può peggiorare la situazione?oggi hanno detto ai miei parenti che hanno trovato un'altro batterio della famiglia degli pneumococco ed ha sempre la candida albicans.che rischi può avere se sta intubato a lungo?o la macchina può creare problemi al corpo?
poi hanno detto che per uscire dalla rianimazione non solo è importante l'ossigenazione nel sangue ma parlavano anche del bicarbonato.. che valori deve avere e qual'è l'importanza?
i primi tentativi di spegnimento macchina arrivavano a 15 min.. è buono come risultato e quali sono di solito i passi fatti in generale.. per capire la media.
grazie
[#7] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
volevo aggiungere l'esito della tac fatta nell'ospedale prima di entrare in rianimazione d'urgenza,dice:multipli addensamenti polmonari bilaterali variamenti dimensionati,i maggiori caratterizzati da broncogrammi aerei.
bronchite cronica,qualche bleb in entrambi i lobi polmonari superiori.
candida albicans e candida spp... discreto numero.
focolaio infettivo,
grazie
[#8] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
L'intubazione eccessivamente prolungata può creare dei problemi, perciò si tracheotomizzano. Meno problemi invece per la ventilazione meccanica...
Ovviamente non solo è da ripristinare una corretta ossigenazione dei tessuti ma anche un corretto bilanciamento idroelettrolitico e metabolico.
I problemi dei "bicarbonati" sono molto complessi e assolutamente inspiegabili in questa sede per i non addetti ai lavori. Si fidi dei suoi medici rianimatori. L'esito della Tc polmonare prima del ricovero in T.I. evidenzia sia il quadro infettivo in atto sia il quadro cronico polmonare da forte fumatore che complica e prolunga il decorso.
saluti
[#9] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve,mio nonno sono 18gg che è intubato e tra ieri ed oggi le condizioni sono peggiorate.l'intubazione quali problemi può creare?al momento è sedato e non ci hanno ancora proposto la tracheotomia.ieri aveva l'ossigeno nel sangue molto basso ed oggi le condizioni erano stazionarie,i valori dicevano buoni ma respirava solo grazie alla macchina perchè aveva i bronchi completamente chiusi.l'antimicotico non faceva più effetto... non possono fargli la tac perchè se lo muovono hanno paura del peggio e dicono che oltre hai funghi che vedono in superficie non sanno se possono essercene altri sono anche nascosti.lei ha qualche consiglio da dare?qualche conoscenza sui funghi o antimicotici nella sua esperienza....?i dott.accettano consulti con altri medici magari insieme si ottiene di più.il dott.neanche se lo spiega come siamo a questo punto.magari posso contattarla.
mi dia qulache aiuto anche per collaborare con i dott.
grazie
[#10] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, 18 giorni cominciano ad essere considerevoli, sarebbe il caso di effettuare una tracheotomia. Per quanto riguarda l'agente micotico che determina questa polmonite un esame colturale del broncoescreato fatta con un broncolavaggio (BAL) attraverso una fibrobroncoscopia si renderebbe necessaria per ripetere le colture e l'antibiogramma e valutare se effettivamente il micete sia l'unico agente responsabile o vi siano anche dei batteri. Non conosco il tipo di farmaco antimicotico somministrato a suo nonno, ma dopo 21 giorni sarà il caso di cambiarlo con uno più potente se effettivamente si ritiene di non aver debbellato la candida.
I Colleghi potrebbero consultarsi con un infettivologo o con i colleghi di una rianimazione siciliana di un DEA di livello superiore (non conosco la realtà di Trapani). Al momento sono impossibilitato al contatto per i prossimi 8 gg. Se sono d'accordo le fornirò al rientro il recapito in privato e se lo ritengono possono farsi sentire. Generalmente non si interferice con l'attività dei colleghi e ci si contatta solo se sono loro a richiederlo.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve,farò leggere al dott.quest'ultima risposta.per la tracheotomia non ci hanno ancora detto niente,al momento che è stato giù forse hanno timore a farla.oggi ci hanno detto che il polmone sinistro che era meno pieno di funghi si è liberato,il sinistro speriamo lo farà pure ma molto più lentamente.la situazione sembra rimigliorare,questa strada è tortuosa.. con alti e bassi da affrontare.è ancora sedato forse per lavorare meglio.
attendiamo siamo nelle mani di questi bravi medici e di chi sta lassù..
grazie
[#12] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve,al momento lei è fuori sede?mio nonno è ancora sedato,sono 10gg ormai.. il tempo vola ed io neanche me ne accorgo.dicono sia meglio tenrlo così perchè altrimenti ci sono problemi con la macchina da sveglio,sperano di curare i polmoni da questi funghi e batteri che non sanno di preciso neanche loro quali siano.oggi mi hanno scoraggiata... si sta così di giorno in giorno,aspettando quello che loro dicono... o si cura o altrimenti aspetti lì finchè non ce la fa più o gli viene un'arresto cardiaco.... questa scusi la parola ma è stata la mazzata di oggi,l'ho presa male,non so che fare e sono impotente anzi siamo purtroppo.
il tubo non si puù nè soctituire nè fare tracheotomia nè niente... ed allora dott. che si fa?cosa si aspetta?forse solo la speranza e la fede possono aiutarci... non so,stasera sto delirando.
grazie sempre
[#13] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, si purtroppo sono ancora fuori sede. Mi spiace sentirla scoraggiata dall'andamento della situazione. Sono però sicuro che i colleghi stiano facendo il possibile per le cure necessarie. Purtroppo quando le condizioni generali sono alla base compromesse per età, patologie pregresse ecc. tutto si complica. Spero abbiate ancora la paziente e la foza di aspettare fiduciosi.
Noi intanto rimaniamo in attesa di notizie.
saluti
[#14] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve.la pazienza c'è e il dolore che non si riesce a controllare.. bisogna aiutare gli altri e essere forte io stessa.mi sento come se dovessi svenire da un momento all'altro.. mi va e mi viene.boh.. il nonno è stazionario,a giorni dovrebbe scendere per controllare il nonno uno pneumologo di fuori ed i medici che lo curano al momento sono d'accordo.purtroppo non si spiegano come mai non ci siano reazioni e miglioramenti.. lo vogliono liberare dal tubo ma appena provano lui non respira più.l'altro giorno per tentare la tac è diventato cianotico e l'hanno dovuto risalire subito.mi viene rabbia perchè se le cose non dovessero andare non potrò più parlarci e pensare che deve stare li finche non accade qualcosa di brutto?è troppo crudele.comunque hanno smesso la sedazione,chissà stavolta quando si risveglierà.. però se vedono ha problemi con la macchina che va in contrasto dicono lo risedano.ma si può?fa male il sedativo a lungo andare?il tubo nel frattempo è sempre messo e non cambiato... adesso gli danno da mangiare tramite la vena centrale,come mai hanno cambiato?e nel naso gli hanno messo una sacca che aspira i succhi gastrici.. come mai?scusi se ho scritto in modo confusionario ma al momento reggo poco.
grazie infinite
[#15] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, sinceramente rimango un po perplesso del fatto che suo nonno non sia stato tracheostomizzato. Il tubo, a suo dire mai cambiato, sta li da troppo tempo, e quello può anche essere causa di sovrainfezioni e comunque del fatto che lo si debba tenere addormentato.
Magari dovrebbe chiedere ai medici che lo hanno in cura come mai non si è affrontata questa procedura. Non è una critica, per carità, ma solo una curiosità tenendo conto del fatto che le notizie non narrivano direttamente da colleghi ma per interposta persona.
Saluti
[#16] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
salve,la ventilazione della macchina è messa al 60%.questi sono alcuni valori:f02 è al 60%; ph 7.3 ;p02 88;pco 61.il tubo non sarà stato levato all'inizio perchè speravano di staccarlo dalla macchina,poi ha avuto la ricaduta e siamo ad oggi.questo tipo di ventilazione cosa vuol dire... che i polmoni non hanno più autonomia o possono riprendersi?
per questo tipo di situazione lo tengono sedato perchè dicono si azzuffa con la macchina.. cosa vuol dire?è giusto tenerlo sedato?può fare male il sedativo?
domani verrà un primario di ferrara speriamo bene riesca a fare qualcosa.
grazie
[#17] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, mi spiace ma questi dati sono troppo frammentari per poter dare dei giudizi. Oltre la FiO2 al 60% mancano i dati relativi ai supporti pressumetrici impostati. Anche quelli dell'emogasanalisi sono incompleti mancando il rapporto FiO2/pO2. Ma meglio a questo punto aspettare la consulenza rianimatoria da Ferrara che sia dalla visita, sia dallo studio della cartella clinica e dal colloquio coi colleghi del Reparto potrà dare il suo parere. Il tubo non va levato ma "sostituito" con una tracheo, in alternativa è ovvio che il nonno sia sedato perchè da sveglio non potrebbe tollerare l'intubazione attuale. A questo punto per evitare che questo intervento diventi chilometrico se vuole può utilizzare la mia posta per gli aggiornamenti: stelio.alvino@medicitalia.it e le risponderò.
Ci aggiorni, a presto