Utente 118XXX
Salve sono una ragazza di 27 anni e premetto che 2 anni fa ho subito un incidente con conseguente colpo di frusta. da qualche mese ho sempre dei dolori alla parte del cuore incominciano con dei picchi più forti e poi mi rimane il dolore continuo per tutto il giorno e un senso di pesantezza e oppressione, un dolore muto e continuo proprio sotto il seno sinistro a volte sento anche delle passate più forti, lo stesso dolore lo avverto anche dietro alla schiena sempre a quella altezza e poi giù fino al rene. se giro il busto verso sinistra mi fa male tutta la fascia prima descritta se mi fletto in avanti mi fa malissimo la parte della schiena fino alla scapola ma sempre e solo nel lato sinistro. oggi mi faceva male anche tutto il braccio sinistro fino al polso e mi manca l'aria devo fare spesso dei respiri profondi.
il medico di famiglia dice che sono dolori intercostali e mi ha liquidata per ben 3 volte e dice che il cuore non c'entra nulla dice che sarei il primo caso al mondo... io non credo sia un infarto ma ho paura che sia qualche altro problema magari qualche disfunzione del muscolo cardiaco, il dolore c'è e non va mai via, ed è persistente proprio in corrispondenza del cuore, tra l'altro in questo momento ho anche un senso di bruciore...il quadro generale della mia salute è questo: soffro di pressione bassa e ho i noduli alla tiroide ma nn prendo medicinali. l'elettrocardiogramma è ok ,l'ho fatto al pronto soccorso 20 giorni fa poiché avevo tachicardia dovuta dicono i medici a un attacco di panico.
non so a chi rivolgermi perchè tutti riducono la questione a dolori intercostali o ansia ma a me sembra un po luogo comune.
cosa mi consigliate di fare?
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
le caratteristiche del dolore toracico che lamenta fanno effettivamente escludere una origine cardiaca dello stesso, tanto più se è stato verificato il Suo ECG in pronto soccorso.
Anche se Le appare una facile "liquidazione" del problema, l'origine osteo-muscolare sembra proprio quella più probabile.
D'accordo col medico curante, e se non vi sono controindicazioni, assuma per qualche giorno un blando antiinfiammatorio da banco: vedrà che le cose andranno meglio.
Cordiali saluti