Utente 158XXX
A mio figlio è stato diagnosticato a circa 3 mesi dal pediatra criptorchidismo al testicolo destro. Su suo suggerimento ci siamo rivolti a un chirurgo pediatrico, il quale ha visitato il bambino intorno ai 3 mesi di vita e ha riscontrato probabile atrofia testicolare destra. Alla palpazione ha notato infatti una formazione tondeggiante molto piccola a destra suggestiva di testicolo atrofico, mentre a sinistra il testicolo ha un diametro di 15 mm, probabilmente perchè vicariante (mi ha detto che è più grande per l'età).
Mi ha dunque proposto un intervento chirurgico da effettuare intorno ai 10 mesi per ispezionare il canale inguinale a destra e scongiurare così la possibilità di un testicolo ritenuto, valutando dunque la reale atrofia. Se confermata, il testicolo atrofico verrà asportato. Inciderà poi lo scroto a destra per "fissare" l'altro testicolo sano e scongiurare così eventuali torsioni in futuro. Chiedo dunque se è corretto l'iter che mi è stato proposto e se ci sono molte probabilità che mio figlio sia sterile. In questo senso sono stata tranquillizzata (un testicolo è comunque funzionante), ma vorrei avere un'ulteriore conferma rispetto a questo e sull'effettiva necessità dell'intervento e dell'asportazione del testicolo atrofico.
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,aldila' della esplorazione chirurgica del canale inguinale destro,con relativa asportazione del testicolo residuale,eseguirei delle indagini genetiche (cariotipo) e biomolecolari (AZF,CFTR).Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore.
Può spiegarmi in che cosa consistono questi esami e come mai me li ha proposti? Non ne ho mai sentito parlare e nessuno me ne ha mai accennato...
Grazie ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

le valutazioni proposte dal collega Izzo sono prelievi ematici (del sangue) che servono a meglio precisare una diagnosi su eventuali problematiche e cause di tipo genetico ma io le chiedo quanti mesi ha ora suo figlio?

Detto questo poi le dico che generalmente si aspetta, prima di fare qualsiasi manovra terapeutica, il compimento del primo anno di età.

Tenga presente che il 4% dei bambini nasce con un "problema testicolare" e dopo il primo anno solo l'1% richiede una terapia per correggere la situazione anatomica non regolare e generalmente il primo passo è una strategia di tipo farmacologico.

Detto questo comunque, da questa postazione, poi ci rimettiamo alla valutazione clinica fatta dal chirurgo che ha potuto valutare in diretta suo figlio ma lei ci spieghi meglio l'indicazione terapeutica ricevuta.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

se il bambino ha tre mesi, non riesco a capire come, sulla base di una semplice visita si possa determinare una atrofia testicolare destra. escludendo una ritenzione testicolare.
Credo che a Verona possiate trovare, in clinica Urologica, un ambulatorio di urologia pediatrica dove poter avere un ulteriore parere in merito, senza togliere nulla al collega che ha finora visitato il bambino.
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio molto delle risposte. Per chiarezza riporto più dettagliatamente l'iter che abbiamo seguito. Mio figlio è nato a settembre 2009. A fine novembre (all'età di 2 mesi)durante una visita dal pediatra ha rilevato un "testicolo dx ipotrofico?" (così ha riportato sul libretto sanitario) e ha richiesto un'ecografia. In dicembre (a 2 mesi e mezzo)l'esito dell'ecografia riporta:"Testicolo sn in sede, regolare per morfologia e dimensioni (diametro bipolare 15mm), ad ecostruttura omogenea. Non apprezzabile il testicolo destro in sede scrotale; a livello inguinale dx si apprezza formazione ovalare ipoecogena di 7mm, compatibile con testicolo ritenuto ipotrofico". Dopo l'ecografia ho deciso di contattare un chirurgo pediatrico che ha visitato il bambino a 3 mesi appena compiuti. Si è limitato a leggere il referto dell'eco e procedere con la palpazione dei testicoli. La diagnosi che mi ha scritto è questa: "A sinistra borsa scrotale più grossa del controlaterale; testicolo sn più sviluppato per l'età (vicariante?). A destra si apprezza formazione piccola rotondeggiante suggestivo di testicolo atrofico. Controllo fra 7 mesi per programmazione terapeutica." In realtà ci dovremo vedere a luglio (quando il bambino avrà 10 mesi) per procedere con l'intervento che mi ha descritto (esplorazione canale inguinale e fissaggio del testicolo sano). Mi ha detto infatti che la situazione non sarebbe potuta cambiare nel tempo. Nessuno mi ha mai suggerito di chiedere a un andrologo o a un urologo, nè di fare ulteriori esami.
Trattandosi di mio figlio, è ovvio che preferisco sentire un parere in più che uno in meno. Che dite? Grazie a tutti della cordialità, siete davvero gentili!
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

la situazione ora è più chiara ma prima di seguire una sicura indicazione chirurgica sentirei il parere di un esperto andrologo od endocrinologo con chiare competenze andrologiche .

Rifatta la valutazione specialistica noi siamo curiosi e quindi ci tenga poi aggiornati sulle successive conclusioni diagnostiche e sulle reali, nuove ed eventuali indicazioni terapeutiche che le saranno date, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

in linea di massima un testicolo non disceso dovrebbe essere riportato nello scroto prima di un anno di vita.
Ribadisco che definire "atrofico" un testicolo sulla base della visita in un bambino di pochi mesi è abbastanza "non semplice"
cari saluti
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

comunque , se lo desidera , ci tenga informati sugli eventuali e futuri sviluppi del problema clinico di suo figlio.

Ancora un cordiale saluto.