Utente 159XXX
Salve,
tre giorni fa, dopo una giornata di lavoro abbastanza pesante, in maniera del tutto inaspettata mi si è presentata in serata forte stanchezza, spossatezza muscolare e articolare e infine febbre a 39.
Con una tachipirina ho gestito la febbre nella notte e altrettanto ho fatto il giorno dopo conservando comunque stanchezza, spossatezza e dolore di schiena.
A tre giorni dall'accaduto mi rimane un forte dolore all'altezza dei reni (con un finto senso di aria nell'intestino) e una sensazione di prurito/lievissimo bruciore all'atto della minzione (che nell'ultima notte mi ha costretto ad alzarmi dal letto 3-4 volte).
Cosa può esser successo?
Cos'è questo dolore ai reni?
Che mi consigliate?
Mille grazie, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
il dolore ai reni è probabilmente legato a lombalgia, ma è necessaria una valutazione clinica diretta da parte del suo medico.

Da approfondire la sensazione di bruciore alla minzione (stranguria): sente spesso lo stimolo e emette pochi ml di urina?

Tali sintomi sembrano indicativi di infiammazione delle vie urinarie, probabilmente infettiva. Questi quadri non vanno sottovalutati nell'uomo, per la possibile estensione dell'infezione alla prostata.

La invito pertanto a recarsi già domani dal suo medico di medicina generale, magari raccogliendo subito un campione sterile per urinocoltura.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille Dottore,

per quanto riguarda i problemi alla minzione preciso che di strano c'è solo il lieve prurito (più che bruciore).
Quantità, colore e odore mi sembrano nella norma della mia esperienza.
Il dolore ai reni sembra invece aumentare nelle ore serali o comunque quando sono coricato: ciò genera una certa tendenza all'insonnia anche per stato d'ansia.
E' stato molto gentile a rispondere addirittura di domenica!
Grazie ancora!