Utente 158XXX
Gentili dottori,
ho fatto visita urologica con seguente referto in data 16/05/2010:
Da qualche mese lamenta episodi di algie a livello emiscroto di destra con accentuazioni e remissioni. All'esame obiettivo a livello emiscroto di destra si apprezza epididimo dolente lievemente aumentato di volume dolente alla palpazione da verosimile flogosi dell'organo. Da rivedere con eco testis + color doppler per vascolarizzazione.

Devo fare questi due esami che prenoterò a breve con il sistema sanitario nazionale e quindi non so quando potrò effettivamente farli.
Mi sto curando da lunedi, oggi è giovedì con ciproxin 500 2 volte al giorno + aulin 2 volte al giorno per 10-15 giorni.

Non riesco a stare seduto se non sul letto, l'andrologo mi ha consigliato dieci giorni di riposo totale a questo proposito volevo chiedervi:
- riposo totale vuol dire stare sempre e completamente a letto? in che posizione? L'unica che mi da davvero sollievo è quella a pancia in su con una gamba alzata.
- Siccome devo studiare posso farlo seduto sul letto o poggiato sul fianco?
- Quanto tempo ci vuole per guarire? Perchè lunedì devo riprendere per forza tutte le mie attività (due giorni a settimana di tirocinio in cui devo stare seduto per 8-10 ore al giorno e gli altri giorni lezioni all'università - che eventualmente potrei saltare)
- Posso o devo masturbarmi? Sinceramente, nonostante prima della visita andrologica mi masturbassi molto di frequente, ora sono 4 giorni che mi sono astenuto senza sforzi (sto malino e ho paura di peggiorare le cose). Su internet è consigliata una attività sessuale regolare, cosa vuol dire? Devo necessariamente masturbarmi ogni tot per evitare accumulo di sperma nell'organo infetto?.. Nel caso non sarebbe un problema, è che ho paura a prendere una decisione da me..
- Mi consigliate degli impacchi freddi di ghiaccio? (ho letto su internet che possono essere utili, se si ditemi dove applicare e per quanto tempo al dì)
- Ho letto che è necessaria elevazione scrotale, cosa vuol dire? come la pratico? devo assumere una posizione particolare nel letto?

Sono molto angosciato anche perchè ho delle scadenze, mi devo laureare a luglio e questa cosa non ci voleva proprio.

Grazie per l'attenzione e per gli eventuali consigli.

Ps. l'andrologo credo di non poterlo sentire, nè farmi visitare per almeno quindici giorni perchè non posso andare privatamente e mi affiderò al sistema sanitario nazionale.

Grazie ancora

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
può studiare a letto nella posizione in cui le fa meno male, consideri che è verosimile una remissione della sintomatologia in qualche giorno. quanto alla attività auto potrebbe essere di aiuto per diminuire le " pressioni" interne.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,Le rispondo sinteticamente :
- Riposo totale vuol dire,essenzialmente,non assumere posture erette per molto tempo e non fare sforzi,usando biancheria comoda
- Tenga presente che i testicoli non producono neanche una goccia di sperma (cui provvedono prostata e vescicole seminali),per cui,considerando la sensibilita' locale,mi asterrei dalla masturbazione.
- Se ha giovamento dagli impacchi di ghiaccio,li faccia e decida Lei per quanto tempo.
- Sulla elevazione scrotale...non ho esperienza.
Cordialita'.
[#3] dopo  


dal 2011
Gentile Dott. Biagiotti ma per attività auto intende la masturbazione? perchè se è intende ciò tra il Suo consiglio e quello del Suo collega ci sono due visioni contrastanti. Lei mi dice che può aiutare a diminuire le pressioni interne, il Dott. Izzo mi consiglia di astenermi.
Premetto che non ho alcuna esigenza di masturbarmi e che è l'ultimo dei miei pensieri in questo momento, volevo solo sapere se astenersi giova o complica il quadro clinico.
Se tocco sotto i testicoli sento come un tubicino che mi da fastidio e che mi da una strana sensazione come di fastidio, è normale?
Vi prego rispondetemi al più presto perchè sono seriamente preoccupato perchè lunedì devo ricominciare con tutto altrimenti non posso laurearmi.

Di nuovo grazie per la disponibilità e per il senso di sollievo che ogni vostra risposta riesce a darmi/ci.

Cordialmente
[#4] dopo  


dal 2011
Il medico che mi ha visitato mi aveva anche detto a voce che è un pò tutto infiammato e che quindi c'è anche una prostatite.. Sulla base di tutte queste informazioni vi prego ditemi come affrontare la cura..

Di nuovo grazie
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...se ha dolenzia si astenga.Se ne ha desiderio e si sente "costipato",si masturbi,come consiglia il Dr. Biagiotti.Nel frattempo,e' ovvio,continui la terapia prescritta.Cordialita'.