Utente 125XXX
Ho 32 anni, alto 1,90m e peso circa 105kg.

Da qualche tempo soffro di prostatite che circa 6mesi fa ho curato con antibiotici (levofloxacina x 10 giorni) e Deprox 500 per 2 mesi.
Circa 3 mesi fa mi sono operato anche un Varicocele al testicolo sx.

Ad oggi però mi hanno riscontrato un epididimite (tramite ecotesticolare) e almeno una volta a settimana ho di nuovo un fastidio (leggero fastidio sulla punta del pene come se dovessi urinare) o e penso sia di nuovo e ancora la PROSTATITE ...

Inoltre, questo fastidio, magari anche solo per fissazioni psicologiche, mi causa sempre più frequenti difficoltà erettive che davvero vorrei risolvere quanto prima....

Da qualche giorno ho effettuato Esame delle urine, Urinocoltura, Spermiogramma e Spermiocoltura che hanno però dato tutti esiti NEGATIVI(tutto nella norma insomma) mentre prima del Varicocele gli stessi esami aveva riprotato una forte infezione E. Choli.

Volevo pertanto chiedere quale specialista mi consigliate di consultare possibilmente non troppo lontano da casa mia? (io abito a Nola (NA) )

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
a livello pubblico le consiglio la clinica urologica dell' università Federico II, a livello privato conosco personalmenmte l' ottimo dr. pierluigi Izzo. Per intanto: giù il peso ed eviti thè caffè, alcoolici, stress, piccanti ed insaccati.
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la segnalazione,

nel frattempo volevo chiederle se è vero che lo ZENZERO e i MIRTILLI ROSSI possono essere di notevole aiuto a risolvere problemi di Prostatite e/o Erezione.

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
lo zenzero no, i mirtilli devono essere somministrati sotto controllo medico che l' eccesso di antiossidanti provoca problemi importanti alla coagulazione del sangue.