Utente 161XXX
Salve, spero che riusciate ad aiutarmi a risolvere una situazione lavorativa che è diventata da tempo insostenibile.
A seguito di due infortuni sul lavoro (incidenti stradali) ottengo un'esenzione alla guida dell'auto per una durata di 6 mesi.
L'azienda,contrariata della decisione del medico competente, anzichè agevolarmi adibendomi a mansioni più vicine,mi costringe ad utilizzare l'auto per raggiungere luoghi di lavoro distanti 40km creandomi notevoli disagi.Inoltre nel raggiungimento del luogo di lavoro subisco un'altro incidente stradale, ma nonostante tutto le cose non cambiano.
La mia domanda è:che responsabilità ha l'azienda che nonostante le ripetute richieste fatte anche da un sindacato, continua a non rispettare un'esenzione rilasciata dal medico competente? Può essere denunciata per avermi fatto subire un'altro infortunio perchè obbligato ad utilizzare l'auto?
Che compito ha lo Spisal in questi casi?
A chi posso rivolgermi per far rispettare l'esenzione?
grazie

distinti saluti
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia
28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Il fatto è anomalo. Se la ditta non rispetta le prescrizioni /indicazioni scritte dal medico competente può rivolgersi all'ASL di competenza (SPISAL) ed esporre l'accaduto. L'ASL dovrebbe intervenire sanzionando il datore di lavoro.
Il suggerimento è di parlare con il suo responsabile e di tentare un accordo.