Utente 153XXX
egr dottori ho chieso questo consulto in un'altra sezione finora nn ha risposto nessuno sicuramente ho sbagliato sezione. Tale quesito lo pongo a voi sperando in una vostra delucidazione.
5 mesi fa ho fatto una ecografia all'addome superiore da tale analisi strumentale nn è risultato nulla di anormale a parte una leggera steatosi epatica. In tale eco nn si mensiona l'aorta addominale però da qualke giorno sento in certi momenti e situazioni delle pulsazioni alla schiena questo è normale oppure può essere sintomo di qualke patologia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,
probabilmente il collega ecografista non ha ritenuto necessario descrivere l'aorta addominale, dando per sottintesa la sua normalità.
I sintomi che descrive non appaiono indicativi di una specifica patologia, e in ogni caso, non essendo possibile formulare diagnosi con questo mezzo, basterà una visita dal medico di famiglia per evidenziare eventuali necessità di ulteriori esami.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
La branca cardiologica non mi sembra quella piu' adatta per il suo quesito, tuttavia da medico posso dirle che non mi stupisce un quadro di lieve steatosi epatica, seppur in paziente giovane, in forte sovrappeso (dalla sua scheda risulta un indice di massa corporea di 30.25). Potrebbe essere utile eseguire un controllo ematico della funzione epatica : senta comunque il suo medico di base.
Per quanto riguarda la percezione della pulsazione addominale, essa potrebbe essere un rilievo normale, tuttavia potrebbe anche essere indice di ipertensione arteriosa oppure di dilatazione dell'aorta addominale. Se una visita accurata dovesse confermare tale sospetto potrebbe essere utile l'esecuzione di indagini ragiologiche per valutare il diametro aortico.
A disposizione per ulteriori consulti