Utente 159XXX
Sono un ragazzo di 20 anni, da circa 3 anni ho scoperto di avere delle extrasistoli cardiache congenite,non accoppiate e che sotto sforzo scompaiono...il mio cardiologo che è anche medico dello sport mi disse che si trattava di un "focolaio" di extrasistoli assolutamente non preoccupanti che col tempo si sarebbe spento...sono stato sottoposto ad ogni tipo di esame dall'elettrocardiogramma alla risonanza magnetica e tutti gli esami nonhanno rilevato nessun difetto valvolare o particolare, solo un lievissimo riflusso sanguigno dovuto ad una valvola leggermente più lunga della norma(ma normale in relazione alla mia altezza e crescita improvvisa), tuttavia a causa del consistente numero di exstrasistoli inizia una terapia di betabloccanti in dose pediatrica assumendo dapprima 1 compressa e mezza al giorno di inderaal 40 e oggi sono sceso a 1 sola compressa.
sto per prendere il brevetto per immersioni entro i 18 metri quindi senza obbligo di compensazione per la risalita. può essere pericolosa la mia condizione????

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'extrasistolia isolata, cioè non associata a particolari aritmie, non controindica, da sola, l'attività subacquea.
Saluti