Utente 162XXX
salve, vi scrivo per togliermi un dubbio... 6 mesi fa mio marito ha fatto una spermiocultura dove non risultavano infezioni e uno spermiogramma dove veniva segnalata un'astenozoospermia severa e teratozoospermia. da dire che quando ha fatto questo esame era in un periodo di forte stress fisico e psicologico inoltre il quantitativo di liquido era minimo... infatti ci chiedevamo se fosse sufficiente visto che era davvero poco,cosa che normalmente è almeno 5/6 volte in+. cmq sotto consiglio del dottore decidiamo di fargli fare una cura con euxeed e spergin per almeno 4/5 mesi esami degli ormoni e ecodoppler.
gli esami ormonali erano perfetti l'ecodoppler presenta una varicocele di 2° ma ci hanno consigliato di non intervenire in quanto non è detto che operando la situazione migliori!!
ora a distanza di 6 mesi ha rifatto l'esame e siamo di nuovo in attesa di questo responso (forse c'è + ansia ora che 6 mesi fa) cmq parlandone con lui mi ha detto che di nuovo il liquido uscito era pochissimo e che poco prima che uscisse il liquido seminale ha avuto la perdita di due goccioline, come se fosse acqua che però sono andate perse. ora le mie domande sono:
la quantità del liquido può compromettere il risultato?
quelle gocce fuoriuscite erano importanti?
stress psicologico e fisico possono compromettere i risultati?
e soprattutto, essendo lui una persona abbastanza ansiosa il fatto che si senta "sotto pressione" per questa storia può avere il suo peso?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Alla quattro questioni finale le rispondo con un unico sì.

Comunque si ricordi che la fertilità di una coppia non dipende solo da un esame del liquido seminale.

Altro consiglio è quello di consultare , appena possibile , in diretta un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.

Se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
grazie dottore, quindi se anche dovesse essere negativo o cmq uguale a l'altra volta ci sono dei fattori che possono incidere... però mi chiedo come mai al centro non ci abbiano detto che il quantitativo era davvero poco...
Abbiamo contattato un andrologo col quale abbiamo appuntamento tra qualche giorno dopo aver ricevuto questa risposta.
nel frattempo anche io sto seguendo l'iter dei vari controlli. con controllli ormonali, ovulazione controllata tamponi e prossimamente esame delle tube (in quanto nuotatrice per 6 anni tra micosi e infezioni varie c'è anche la possibilità di aver creato qualche tappo) noi siamo sposati da due anni e nonostante non ci siamo mai "accaniti" per una gravidanza, non abbiamo mai usato protezioni o metodi anticoncezionali e da qui è nata la necessità di risposte.
da dire che questi due anni non sono stati semplici per vari motivi di tensioni nervosismi vari e tanto stress per questo le chiedevo se anche questo può essere motivo di "infertilità" .
Eventualmente se dovessero richiedere un ennesimo spermiogramma proveremo a fare la raccolta a casa, magari a casa con me può darsi che riesce a rilassarsi.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A questo punto sentite l'andrologo e pure a lui dovete chiedere delle delucidazioni in merito alla perdita della prima parte dell'eiaculato.

Per la raccolta "a casa" dovete poi chiedere tutti i chiarimenti e le indicazioni del caso al vostro laboratorio di riferimento.
[#4] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
salve dottore le riscrivo per aggiornarla sui risulati... praticamente con nostra ENORME sorpresa ci siamo ritrovati dei risultati ben diversi da quelli che ci aspettavamo...
a febbraio la sua motilità progressiva era del 7% su un valore medio che andava dal 40 al 100
ora il risultato è del 28% che è cmq al di sotto del minimo però è cmq quadriplicato rispetto a 5 mesi fa passando da una asternozoospermia severa a moderata
inoltre le forme normali sono passate da un 35% su una media che va dal 60 al 100
ora il risultato è del 50% aumentando del 15%
é normale un dislivello tale di risultati? purtroppo per dei problemi tecnici mi hanno rimandato la visita dall'andrologo a data da destinarsi però mi ponevo queste domande.
inoltre è molto alta il valore dei leucociti (precisamente è 5 mentre il riferimento è <1). la spermio cultura ha dato risultato negativo a tutte le ricerce però mio marito da circa un mesetto sta soffrendo con la gola infiammata e delle placche che, secondo me, non ha curato bene... possono essere collegate le due cose?
grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sembrano esami fatti non in ambiente aggiornato e dedicato.

Le consiglio di risentire il suo andrologo di fiducia e a lui chiedere un parere schietto anche sul laboratorio a cui fare riferimento per ripetere un esame secondo parametri accettati e condivisi.
[#6] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
ME METTO I RISULTATI DI ENTRAMBE GLI ESAMI EFFETTUATI PRESSO IL CENTRO SDN DI (NA)
SPERMIOGRAMMA DEL 24/02/2010
ASTINENZA 3 GIORNI
DESCRIZIONE
ASPETTO NORMALE
FLUDIFICAZIONE COMPLETA
CONSISTENZA NORMALE
VOLUME 1,5 ** 2,0-6,0 ML
PH 8,0 7,5 - 8,2
CONCENTRAZIONE SPERMATICA 41,7 20-100 MILIONI
CONTA TOTALE 62,6 40-600 MILIONI
CONCETRAZIONE SPERMI MOBILI 7 MILIONI
CELLULE ROTONDE TOTALI 2 MILIONI
LEUCOCITI 1,0 <1
AGGLUTINATI ASSENTI (ASSENTI)
MOTILITà
MOTILITà PROGRESSIVA BASALE 7** 40-100 %
MOTILITà PROGRESSIVA DOPO 2H 7 %
MOTILITà NON PROGRESSIVA 4 %
MOTILITà ASSENTE 89 %
PARAMETRI CINETICI
VCL 18** >30
LIN 51 >40
ALH 2 ** > 3
TEST FUNZIONALI
TEST DI VITALITà 15** 50-100 %
SWELLING TEST 30** 60- 100%
MORFOLOGIA
FORME NORMALI 35** 60-100%
FORME IMMATURE 5 %
FORME ANOMALE 60 %
MICROCEFALE 3 %
MACROCEFALE 5 %
TAPERED 15 %
AMORFE 5 %
ANGOLATE 16 %
COLLO 14 %
CODA 2 %
MAR TEST
ANTC. ANTI SPERMATOZOI ADES NON VALUTABILE
FRUTTOSIO 3,4 1,2 - 5,0 MG/ML
CONCLUSONI CONTA SPERMATICA NORMALE
ASTENOZOOSPERMIA SEVERA
TERATOZOOSPERMIA

ESAMI DEL 30/06/2010 PRESSO LO STESSO CENTRO:
ASTINENZA 3 GIORNI
DESCRIZIONE
ASPETTO NORMALE
FLUDIFICAZIONE COMPLETA
CONSISTENZA NORMALE
VOLUME 1,2 ** 2,0-6,0 ML
PH 7,9 7,5 - 8,2
CONCENTRAZIONE SPERMATICA 47,7 20-100 MILIONI
CONTA TOTALE 57,2 40-600 MILIONI
CONCETRAZIONE SPERMI MOBILI 25 MILIONI
CELLULE ROTONDE TOTALI 6 MILIONI
LEUCOCITI 5,0 ** <1
AGGLUTINATI ASSENTI (ASSENTI)
MOTILITà
MOTILITà PROGRESSIVA BASALE 28** 40-100 %
MOTILITà PROGRESSIVA DOPO 2H 28 %
MOTILITà NON PROGRESSIVA 15 %
MOTILITà ASSENTE 57 %
PARAMETRI CINETICI
VCL 25** >30
LIN 55 >40
ALH 2 ** > 3
TEST FUNZIONALI
TEST DI VITALITà 65 50-100 %
SWELLING TEST 50** 60- 100%
MORFOLOGIA
FORME NORMALI 50** 60-100%
FORME IMMATURE 5 %
FORME ANOMALE 45 %
MICROCEFALE 2 %
MACROCEFALE 2 %
TAPERED 15 %
AMORFE 3 %
ANGOLATE 10 %
COLLO 11 %
CODA 2 %
MAR TEST
ANTC. ANTI SPERMATOZOI ADES 0 0-10%
FRUTTOSIO 3,3 1,2 - 5,0 MG/ML
CONCLUSONI CONTA SPERMATICA NORMALE
ASTENOZOOSPERMIA MODERATA
IPOSMERIA (E QUESTO LO SAPEVO DI CERTO VISTO CHE LA QUANTITà ERA POCA)
AUMENTO DEI LEUCOCITI (FLOGOSI)
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Alcuni parametri, esposti in modo più preciso, fanno pensare che ci sia un problema infiammatorio a livello delle vie seminali che deve essere però confermato sempre da una valutazione clinica diretta con l'andrologo.

Su altri parametri invece rimangono i dubbi già espressi.

Tanto per darle un dato le ricordo che al parametro morfologia una percentuale del 50% di forme normali non è oggi"realistica".

Infatti dal 1999, dati confermati poi nel 2003, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto dei criteri di valutazione della morfologia molto ristretti e, per questo dato, la normalità posta prima al 50%, è scesa al 14-15%. ed oggi 2010 i criteri sono diventati ancora più "ristretti".

In sostanza con gli attuali criteri di valutazione del liquido seminale difficilmente si riscontra una morfologia normale degli spermatozoi superiore al 20%.

Ancora un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
buongiorno dottore, mi scusi ancora per il disturbo ma leggendo la sua risposta mi sono un pò raggelata... praticamente se ho capito bene ormai uno spermiogramma normale (non dico positivo) sta diventando un'utopia?
cmq la visita è prevista per mercoledì prossimo anche se gli hanno già dato una cura di mictasone...
tra pochi dovrei avere il riscontro del nostro primo mese di tentativi "sotto controllo medico" e spero seriamente che sia positivo!
la ringrazio ancora per le sue risposte.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia il controllo e poi ci aggiorni.

La sua osservazione poi deve essre rovesciarla perchè, con le attuali indicazioni dell'OMS, il rischio è che, se il laboratorio non segue le indicazioni date, tutti i maschi diventano "normospermici".