Utente 140XXX
Salve sono un ragazzo di 23 anni,sono abbastanza ipocondriaco di mio.
In questo periodo ho iniziato ad avvertire alcune difficoltà nella defecazione.
Mi spiego meglio,normalmente evacuo 1-2 al dì,ultimamente mi accorgo di dovermi sforzare più del normale per feci di una consistenza tale da non giustificare tale sforzo.Inoltre io ho da 4anni un problema di ragade anale che ho risolto parzialmente dopo una visita proctologica,nel senso che dopo l'applicazione di una pomata,il dolore è scomparso ma il sanguinamento a volte c'è ancora,anche se non molto spesso.
tornando al problema di prima,siccome adesso mi ritrovo con l'ano gonfio e dolorante,volevo chiedervi se è probabile che sia così grazie ad i numerosi sforzi per evacuare.
Inoltre il mio medico di base imputa questi sintomi ad una sindrome del colon irritabile.
Quello che io volevo chiedere é: è possibile che io faccia fatica a defecare per un ipertonia dello sfintere che appunto rende difficoltoso il passaggio delle feci?
Inoltre io ho una grande paura,cioè,si può trattare di tumore anale anche se ho 23 anni?
il cancro anale di solito con che sintomi si manifesta?
e soprattutto,credo che il cancro anale possa ostruire la defecazione,ma dovrebbe essere già grosso?non una cosa che si verifica in 4gg....questo è un mio dubbio...
scusate per la mole di domande,informazioni,e il caos tra questi,ma sono molto spaventato.
So bene che senza una visita diretta è difficile esprimersi ,ma vi prego di farlo in base ad i sintomi da me riportati,la mia più grande paura è quella del cancro ,forse perchè sono giovane e non voglio pensare al sacchetto permanente.scusate anche per lo sfogo
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Avendo già eseguito una visita dal proctologo, riposti la sua richiesta in area COLONPROCTOLOGIA