Login | Registrati | Recupera password
0/0
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007

    Glicemia alla mattina a digiuno circa 115/118 -- prima dei pasti 110 -- a un'ora dal pasto 97 --

    Buongiorno

    Dopo un calvario di quasi tre anni gestito in autonomia, benché diverse visite senza mai un suggerimento terapico, venerdì 9 Luglio mi sono fatto circoncidere. E' stata praticata una circoncisione totale e, al momento, dopo 2 giorni, non accuso particolari problemi. L'unica cosa è che non mi hanno fissato o suggerito alcuna visita di controllo nei giorni a seguire. E' normale? Faccio tutto da me? Mi conviene farmi visitare e fra quanti giorni? Fra l'altro, il medico che mi ha operato mi ha detto, ancora in sala, di fare sciaqui con acqua ossigenata, un secondo medico che mi ha dato uno sguardo in camera mi ha detto di lavare solo con acqua e sapone, il terzo medico, quello che mi ha dimesso mi ha detto di mettere Betadine pomata x 10 giorni. Fantastico!!! io sono uno che non si preoccupa più di tanto ma certo che in questo modo rischi di fartela addosso. INoltre volevo fare una considerazione importantissima e una preghiera ai medici che ci leggono: fin dall'inizio, tutti i medici che mi hanno visto mi chiedevano se nella mia famiglia c'era qualche caso di diabete. Dissi sempre che il 70% della famiglia di mia madre soffriva di diabete. Morta lì! nessuno mi ha prescritto un esame del sangue. Ora dopo quasi 3 anni, le analisi per il ricovero, evidenziano che i miei problemi, molto probabilmente sono stati causati da una forma di prediabete. Glicemia alla mattina a digiuno circa 115/118 -- prima dei pasti 110 -- a un'ora dal pasto 97 -- dopo 2 ore 116. Un andamento anche strano o sbaglio? Naturalmente i controlli li faccio con apparecchio comperato in farmacia.

    Datemi cortesemente un suggerimento soprattutto per la visita di controllo. Grazie 1000 davvero anticipatamente.
    Saluti



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1562 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Caro Utente,non mi sembra che sia stato abbandonato e/o mal consigliato.
    Puo',tranquillamente,mettere in opera i tre consigli avuti dai tre colleghi incontrati dopo l'intervento.Se il processo cicatriziale proseguira' normalmente,esegua un controllo circa ad un mese dall'operazione.
    Quanto alla tendenza all'iperglicemia,segua i consigli del medico di famiglia.
    Cordialita'.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 715 Medico specialista in: Andrologia
    Chirurgia generale
    Endocrinologia
    Oncologia medica

    Perfezionato in:
    Urologia

    Risponde dal
    2000
    caro lettore,

    spesso una fimosi è uno dei primi sintomi evidenziati in un paziente diabetico.
    Normalmente prima di qualsiasi intervento chirurgico vengono effettuate delle analisi routinarie tra cui anche la glicemia che consente di "gestire" meglio il decorso postoperatorio.
    E' sempre utile farsi vedere da il chirurgo o da un chirurgo della equipe o della divisione per verificare che tutto proceda regolarmente.
    Lei ha avuto tre consigli , tutti e tre validi,( io consiglio sempre lavaggi normali con acqua e sapone) su come gestire un pene operato di fimosi.
    Cari saluti


    Dott. Diego Pozza
    www.andrologia.lazio.it
    www.andrologiaroma.net

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buongiorno e grazie per la risposta. Non so se avete avuto modo di leggere le mie precedenti richieste di consulto che riguardavano, dapprima l'insorgere del problema di fimosi e poi, qualche mese dopo, di alopecia areata, risolta in circa tre mesi.
    A ben leggere su Internet, sembra che tutte e due le cose possano dipendere da diabete.

    BENE! Per fare riferimento a quanto suggerito dal gentilissimo dott. IZZO, io questa mattina mi sono recato dal mio medico per chiedere in quale modo cominciare un percorso diagnostico circa la mia glicemia.
    Beh! Il mio medico mi ha detto che 120-130 di glicemia a digiuno non è necessariamente un sintomo e che fino a 140 non c'è di che preoccuparsi.INOLTRE, mi dice che non c'è nessuna correlazione fra la fimosi e l'alopecia e il diabete.
    Ora, dopo un po' di insistenza, quella che fa innervosire i medici che ti trattano spesso come un ipocondriaco, sono riuscito a farmi prescrivere qualcosa. Mi ha prescritto una glicata. E' sufficiente secondo Voi? Mi consigliate di rivolgermi ad un centro diabetologico e cambiare dunque strada?
    Sono davvero demoralizzato. Ma come è possibile? Cosa devo pensare del mio medico?

    Cordialmente



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 1562 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    ...credo che il Suo medico sia ben orientato e che il disagio che sta vivendo dia luogo a considerazioni e conclusioni un po' forzate.Un po' di fiducia non guasta...Ci aggiorni sull'esito della glicata.Cordialita'.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26/05/2010, 09:38
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05/05/2010, 15:09
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29/04/2010, 16:13
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18/04/2010, 15:53
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19/03/2010, 19:50
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,13        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896