Utente 166XXX
Salve, scrivo per chiedere un parere riguardante la mia situazione. Circa sei mesi fa ho avuto un rapporto completo con un transessuale e, durante la penetrazione anale, il preservativo mi si è rotto. Quanto è alto il rischio di un possibile contagio da HIV? Non sono tranquillo, nonostante il trans abbia assicurato di essersi sottoposto a controlli di mese in mese. Oltretutto non riesco a stare tranquillo avendo già fatto le analisi ed essendo in attesa di risposta. 2o punto: che rischi si corre con una fellatio 'subìta' senza profilattico?

Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Il rischio sussiste ; le consiglio un test al 40° e successivo di conferma al 100° giorno
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi Dr. Baraldi, forse mi sono spiegato male. Il primo caso a rischio è la penetrazione anale attiva con condom rotto e, a distanza di ca. 6 mesi, ho effettuato gli esami necessari per tutte le mts. Devo solo attendere il referto.
Il secondo caso è la fellatio ricevuta senza preservativo. Come ho letto in altri post, è remota la possibilità di contagio. Conferma?

La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' vero nel secondo caso le possibilità sono remote però il soggetto era ed è sicuramente a rischio ( transessuale ) , quindi per cautela meglio ripetere il test
[#4] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per il suo parere. Un'ultima cosa: le analisi del sangue che ho fatto - e di cui aspetto ansiosamente l'esito - risalgono a circa 30 giorni dopo la data X. Posso già ritenerle indicative anche per il secondo caso oppure no? Pur premettendo che il test andrà rifatto dopo i 100 giorni.

Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Certo dai tre mesi in avanti i tests sono definitivi per HIV ma anche per MTS ( per queste anche molto prima). Però lei mi parla di due casi ed ho pensato in date differenti ; invece il tutto è nella stessa data, o sbaglio ? Se è così i tests che ritirerà sono definitivi e lo sarebbero stati anche al terzo mese perchè il test ultimo è al terzo mese ed è definitivo, non c'è nessun bisogno di ulteriori tests
[#6] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
No, Dottore, sono due date differenti. Ed io sono stato due volte asino.
Tra 3 mesi dovrò rifare i tests per il caso della fellatio.
Ma la parte più difficile viene ora: l'accettazione di un'eventuale prima analisi positiva e il comunicare alla mia compagna di dover continuare a 'tremare' per altri 3 mesi.

Ora capisce perchè mi chiamo asino da solo.

Grazie mille per avermi risposto.
[#7] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Allora gli ultimi tests fatti per HIV a che data risalgono ed a che data ha avuto la fellatio a rischio ?
[#8] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
I test fatti risalgono alla metà di luglio; mentre la fellatio a rischio è dell'inizio di giugno. Si possono avere già indicazioni in merito nel test? (inclusa c'è anche l'analisi qualitativa dell'rna, non so se c'entra qualcosa).

Grazie ancora.
[#9] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Allora se ne deduce che il fatto in causa risale a circa 40 giorni prima dei tests ma comprende , come die lei, HIV RNA. UNa risposta negativa , quindi di sieronegatività, è attendibile al 95 98 %; dovrà seguire il test di conferma al 100° giorno
[#10] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi se le disturbo ancora, Dottore. Dall'esito del primo esame, ammettendo che sia sieronegativo, quante probabilità ci sono che al giorno 100 io risulti sieropositivo?

Grazie per l'attenzione.
[#11] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Il rimanente delle percentuali dette cioè tra il 2 - 5 % ma probabilmente la percentuale è vicina allo 0 perchè ha anche un test RNA che , se negativo, porta queste percentuali ad azzerarsi
[#12] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ancora Dottore per la sua disponibilità. Inutile negare che sono seriamente in ansia per tutta questa faccenda. Non riesco più ad essere sereno, non dormo la notte, ho crisi di pianto.

Cosa mi consiglia di fare, soprattutto in ambito familiare?

Grazie.
[#13] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Di stare tranquillo attendendo serenamente di fare l'ultimo test
[#14] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio vivamente, Dottore. Sarei lieto di aggiornarla sugli sviluppi della faccenda, magari con esiti confortanti.

Spero solo che il non manifestarsi di alcun sintomo - esclusi tutti gli effetti dell'ansia - non sia la calma prima della tempesta.

A presto, Dottore.
[#15] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Dottore, ritiene utile anche una visita dal Dermovenereologo? Giusto per esporre la mia situazione e fugare altri dubbi, pur non avendo sintomi o quant'altro.

C'è bisogno dell'impegnativa o posso presentarmi all'istituto più vicino?

Grazie ancora!
[#16] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Nò, non ritengo sia necessaria , comunque, se la vuole fare si faccia fare un'impegnativa dal suo medico per visita dermatologica
[#17] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Non è necessaria, secondo Lei, perchè non ho sintomi né sfoghi riconducibili ad infezioni?

Grazie.
[#18] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Mi sembra evidente , va dal dermatologo a dirgli cosa ?
[#19] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Mi perdoni, Dottore. Forse mi sto facendo prendere troppo dal terrore. Senza forse, direi.

Ci sono solo due infezioni allora da prendere in considerazione: HIV e Epatite B/C.

Contro l'Epatite B sono stato vaccinato; l'HCV si trasmette in presenza di 'porte aperte' in entrambe le persone coinvolte, giusto?

Considerando l'assenza di ulcere/tagli/ecc. su di me, l'unico rischio - e che coraggio chiamarlo unico - è l'HIV. Conferma, Dottore?

La prego di scusarmi, ma sto impazzendo. La ringrazio per il suo tempo, so di essere pesante.

A risentirla.
[#20] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Veda di calmarsi , i tests servono proprio per HIV na cerchi di stare sereno !!!!
[#21] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Vedrò di farcela, Dottore. La ringrazio ancora!