Utente 390XXX
Salve dottori, a metà giugno sono riuscito ad avere una visita dal dermatolo per un problema
al pene. Alla fine è risultato un lichen scleroatrofico. Mi è stato indicato di applicare
Nerisona Forte una volta al dì la sera per 20 giorni, e successivamente una volta ogni
due sere per 20 volte, e di ritornare per una visita dopo questa terapia. Il dermatologo
ha parlato della possibile operazione chirurgica per "raschiare"(così ha detto) la pelle
del pene diciamo "malata", cioè le macchie biancastre che mi ritrovo.
Vorrei capire in cosa consiste questa operazione e se è effettivamente una soluzione o
è solamente molto invasiva.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Da esperto dermatologo che si occupa da anni di questa malattia, le dico che "non ne ho idea"

Utile pertanto chiarire con il venereologo di sua fiducia. Nel frattempo e se vorrà eccole due articoli personali su questa malattia che ad oggi si può e deve curare :

http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=33
http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=38

cari saluti
dott. Laino, Roma


[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le informazioni. Quindi lei non conosce alcuna operazione per rimuovere le aree di pelle. Le chiedo quindi, secondo lei, cosa si potrebbe fare nel caso in cui la cura cortisonica non dovesse fermare il processo del lichen. grazie.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non e' che io non le conosca, direi piuttosto che non esiste una metodica validata per "rimuovere" le aree di lichen senza la chirurgia dermatologica: tecniche come il laser ed affini non hanno utilità poiché la sclerosi comprende la cute a tutto spessore.

Saluti e si rivolga al venereologo.
[#4] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Grazie. A settembre avrò un'altra visita dal dermatologo. Non credo però sia anche venereologo.