Utente 804XXX
Salve a tutti,
mia madre ipertesa, prende prilace e kanrenol 100; da quando ha cambiato stile di alimentazione, riducendo di molto le varie sozzerie, togliendo molto sale ecc.. ha avuto un calo della pressione tanto che ora prende il prilace a giorni alterni.
ha anche fatto la prova a togliere il kanrenol 100 ma abbiano notato che urina poco togliendolo; anche integrandolo con sali di potassio.
ora io mi chiedevo, perche non è "uguale" un integrazione di potassio, invece del kanrenol che lo dispensa?
l'attivita diuretica del kanrenol dipende dal potassio risparmiato, o da una farmacocinetica propria del kanrenoato?
visto che la sua pressione arteriosa è normalizzata (ha anche avuto un attacco di pressione bassa molto allarmante), sarebbe "bello" togliere medicine di troppo. Pero poi si verifica il problema della ritenzione idrica togliendo il kanrenol.
grazie (e mi scuso della mia poca chiarezza)

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara Signora,

il Kanrenol non è annoverato tra i farmaci antiipertensivi tradizionali, ma è utilizzato nelle forme di ipertensione che dipendono da iperaldosteronismo primitivo. Ovviamente il Kanrenol ha delle proprietà diuretiche (anche se blande se confrontate ad esempio alla furosemide) che il potassio cloruro ovviamente non ha.
E' importante che la terapia venga comunque gestita dal suo medico.

Non conoscendo la situazione clinica di sua madre, non saprei dirle di più.

Un saluto,
[#2] dopo  
Utente 804XXX

Iscritto dal 2008
il mio medico, riesce solamente a dire prendi questa medicina....e a me nn piace affatto una cosa impostata in questa maniera.
a me piacerebbe solo sapere se la carenza di potassio (a cosa sia dovuta, ne riparliamo poi) puo essere colmata con un integrazione di tale minerale tramite dieta e integratori specifici;
perche il farmaco dispensatore, nn fa altro che tenerlo dentro per forza il potassio (con tutti gli effetti annessi al farmaco)
il problema non viene curato...
per essere chiari, preferirei perdere tempo a dargli un bicchiere con dosi stabilite di sale di potassio piu volte al giorno(visto che probabilmente viene espulso rapidamente dalle urine), che non un farmaco.
dunque è fattibile una cosa cosi?, è possibile sostituire il kanrenol con dosi di sali di potassio?(sarebbe bene sapere quanto potassio risparmia il kanrenol 100 mg in una giornata, per poter poi fare il calcolo).

grazie.



[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Scusi se mi permetto, ma il suo ragionamento non è convincente. Se il problema è la perdita di potassio con le urine, il problema viene risolto utilizzando un farmaco che limita la perdita (il canrenone, appunto).

Supponiamo che lei abbia una gomma di una bicicletta bucata. Le sembra più logico continuare a pompare dentro aria per mantenerla gonfia, oppure chiudere il buco con una toppa?
Il potassio cloruro è l'aria; il canrenone la toppa. E' la toppa che "cura" il problema!

Ovviamente questo in termini generali, non conoscendo se sua madre effettivamente ha un'indicazione specifica alla terapia con il canrenone.