Utente 169XXX
salve, ho 45 anni e vi contatto in seguito a un dubbio che mi è sorto dopo aver effettuato, a giugno, in uno studio privato, tre sedute di laser per i capillari sulle gambe. Il macchinario che è stato utilizzato proveniva dall'America e mi avevano garantito che era un apparecchio di ultima generazione e che avrebbe risolto al 100% il problema. Già dalla prima seduta il problema è peggiorato: i capillari si sono estesi e accentuati, e mi è stata causata anche una lieve ustione. Oltre a questo mi si sono accentuate anche le vene, ho notato anche una ritenzione idrica concentrata nei punti dove mi è stato effettuato il laser. La mia domanda è : tutto questo potrebbe essere una conseguenza del macchinario o del tecnico che non è stato in grado di effettuare l'intervento? Come potrei risolvere il problema di questi nuovi capillari?
Grazie mille in anticipo
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
l'uso del laser per il trattamento dei capillari è strettamente condizionato dall'indicazione, dal tipo di apparecchio utilizzato (esistono laser diversi per diverse applicazioni), dal colore dei capillari e della cute,ecc.
Comprenderà quindi la difficoltà di esprimere un parere a distanza in assenza di tutte le informazioni necessarie.
Le consiglierei di sottoporsi a osservazione specialistica presso un Chirurgo Vascolare per valutare l'estensione e il tipo di problema, nonché il trattamento più indicato.
[#2] dopo  
Dr. Stefano Senatore
24% attività
0% attualità
12% socialità
VAREDO (MB)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Le consiglierei un ecocolordoppler venoso arti inferiori e solo se negativo per insufficienza venosa il trattamento dei capillari. La terapia con iniezioni sclerosanti, se ben eseguita, da buoni risultati e a un costo inferiore al laser.