Utente 387XXX
Salve, ho 29 anni sesso M. Chiedo un consulto cardiologico per chiarimenti circa un problema che mi disturba fin da bambino. A seguito di sforzi fisici intensi (per esempio : corsa campestre all età di 12 anni, improvvisa corsa per correre dietro un autobus o anche solo una corsa fatta a perdifiato con gli amici per scherzare, o una nuotata in piscina di una certa intensità )mi sono sempre ritrovato dopo pochi minuti dall'interruzione dell'esercizio con una sensazione di imponente malessere nausea intensa e sensazione di svenimento in alcuni casi addirittura diarrea.(mai dolore toracico). A seguito di questi episodi che ripeto hanno sempre costellato la mia vita ho eseguito vari accertamenti eco cardio , ecg holter , prova al cicloergometro (eseguita massimalmente con solo lievi disturbi tipo nausea a 5 minuti dall'interruzione), profilo metabolico glicemico e tiroideo tutti negativi. Tuttavia questa situazione ha determinato in me una notevole insicurezza per cui ho pian piano sospeso qualunque attività sportiva. Gli episodi mi sono capitati di solito di mattina e rispetto al test da sforzo sono stati sforzi meno progressivi. Mi chiedo se sono sufficienti gli esami che ho già fatto o dovrei eseguire una valutazione delle coronarie per escludere anomalie congenite delle stesse come un decorso anomalo o cose del genere. Vi ringrazio anticipatamente e aspetto con ansia una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se ha eseguito un accurato esame ecocolordoppler cardiaco che abbia escluso anomalie congenite dei setti interatriale od interventricolare può stare sicuro.
Non vedo assolutamente indicazioni ad una coronarohrafia. Cordialità